Utente 134XXX
Buongiorno, ho 23 anni e mi ono accorto qualche mese di avere una massa estranea nella zona del coccige, accorgimento al quale ho fatto caso perche praticavo molti esercizi per gli addominale e mi accorgevo che c'era qualcosa di troppo vicino i glutei, cosi ho fatto un ecografia e l'ecografista mi ha confermato la presenza di pus (o come si scrive)nella zona, conferma che poi mi è stata data dalla dottoressa alla quale ho sottoposto in visione le analisi! Si giunge cosi alla conclusione dell'asportazione chirurgica che avverra il 18 Dicembre 2009, la settimana prossima! Le domande sono:
1. La ciste non mi da alcun fastidio, non ho dolore, nessun infiammazione,ne ascessi.. solo quando ci esercitavo sopra pressione causa esercizi per addominali mi sembrava si ingrossasse, quindi è davvero necesario asportarla?
2.Quali sono i tempi di convalescenza? dal 18 Dicembra al 9 Gennaio quindi sono ben 20 gg la ferita sara guarita?
3. Riusciro a camminare anche solo per una passegiata e magari per festeggiare il 31 Dicembre in maniera sobria a distanza di 112 gg dall'intervento?? Non vorei farmi tutte le feste, ma proprio tutte incasa!!

Ho affrotnato un intervento ai testicoli 2 mesi fa, e in 2 settimane ero apposto, quindi mi do coraggio perchè è stato un intervento abbastanza invasivo rispetto a questo! Gradirei i vostri pareri! Ringrazio in anticipo! Un saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
credo non vi sia in Chirurgia nulla di più incerto del decorso postoperatorio di una asportazione di cisti o fistola pilonidale (sacrococcigea).

1) E' necessaria l'asportazione della cisti preferibilmente prima che abbia dato luogo a fenomeni suppurativi ragionevolmente prevedibili nel tempo o comunque lontano da essi

2)I tempi di convalescenza dipendono dalla tecnica eseguita e dalla estensione della escisiione: chiusa (con sutura della ferita) o aperta (con zaffo e medicazioni successive). Nel primo caso sono in media necessari 12-15 giorni; nel secondo oltre un mese.
La chiusura della ferita con punti, soprattutto in presenza di fenomeni infiammatori o suppurativi, non sempre riesce ad ottenere la guarigione "per prima intenzione"; talvolta è seguita dalla riapertura della ferita e necessità di medicazioni prolungate con zaffo (guarigione per "seconda intenzione")

3) Non vi è certezza, per le ragioni su esposte, che nei giorni festivi la guarigione della ferita sarà stabilizzata. Potrà probabilmente essere comunque in condizione di esercitare normali attività, ma con il fastidio della presenza della medicazione.
[#2] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
A quanto gia' correttamente espresso dal Collega mi permetto soltanto di aggiungere che questo e' comunque il periodo climaticamente piu' adatto per effettuare questo intervento: con l'approssimarsi dell'inverno i disturbi che dovra' sopportare nel post-operatorio saranno sicuramente minori rispetto a quelli di chi si opera in primavera-estate.
Se insomma le fosse venuto in mente di rimandare io le consiglierei di non farlo: e vedra' che con un pizzico di fortuna riuscira' anche a trascorrere un bel Capodanno!
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Ugo Manlio Cuomo
28% attività
0% attualità
16% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
innanzitutto non credo che quel che si vede all'aecografia sia davvero pus altrimenti Lei avrebbe una sintomatologia che non mi pare abbia. Verosimilmente Lei ha una cisti pilonidale, evenienza abbastanza frequente nei soggetti generalmente maschi, giovani con sistema pilifero ben rappresentato. Il fastidio che riferisce durante la Sua attività fisica è ovviamente dovuta alla pressione sulla parte. La terapia è solo chirurgica e, se non esistono controindicazioni locali, prevede la sutura in un tempo con una ripresa in genere entro le due settimane. Cosa già un pò diversa qualora Lei avesse una fistola sacro-coccigea ramificata. Affronti comunque il suo problema e non rimandi!