Utente 849XXX
salve, ho avuto una prostatite e mi sono recato a visita presso un urologo. durante la visita è uscito fuori un varicocele II - III grado. Ho effettuato uno spermiogramma con i seguenti risultati(pessimi purtroppo)
quantità 2.5
colore bianco - grigiastro
aspetto torbido
coagulo presente
fluidificazione completa in 30°
viscosità normale
ph 8.9
nemaspermi 5800
% mobili all'emissione 10
indice motilità 2
Vel. migr. rett. verticale 3
indice vitalità 3
forme normali 50
esame microscopico: presenza di diversi leucociti diversi residui citoplasmatici e corpi amilacei
indice fertilità <50
osservazioni: gravissima oligo astenospemia
aggiungo anche che sono monotesticolo(ho subito operazione chirurgica da ragazzino)

L'urologo mi ha detto che cmq devo operarmi di varicocele e poi vedere cosa succede.

Dimenticavo, lo spermiogramma l'ho effettuato in un lab analisi (privato) ma lo sperma l'ho raccolta a casa mia e portato in laboratorio.

alla base di tutto ciò potrò mai diventare padre?

grazie mille per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente prima di tutto le devo dire che operare un varicocele a 35 anni non è detto che dia buoni risultati, in relatà prima di prendere decisioni, va curara prima la prostatite e poi eseguire un nuovo spermiogramma
[#2] dopo  
Utente 849XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta. Le dico cmq (mi sono dimenticato) che ho gia fatto uno spermiogramma prima di curare la prostatite e aggiungo che i risultati erano più o meno come quelli che le ho trascitti.

Non ero a conoscenza del fatto che alla mia età, operare di varicocele potrebbe essere inutile. Quindi conferma che difficilmente potrò diventare papa...
grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

mediti le corrette osservazioni fatte dal collega Quarto e poi si ricordi che quadri complessi e particolari come il suo necessitano di una attenta e completa valutazione da parte di un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Nel frattempo, se desidera avere le idee più chiare ed informazioni più dettagliate sul varicocele, le consiglio di consultare anche alcuni articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=67533

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=37883

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=54716

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=73246

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=69638

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35752

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 849XXX

Iscritto dal 2008
grazie della risposta, cmq io ho inviato un'email al mio urologo(mi aveva detto di inviare i risultati per email appena ritirati. Oltretutto mi ha chiamato stamattina la sua assistente per fissarmi il day Hospital per la correzione del varicocele. Cosa devo fare?

di sotto è riportata la risposta del mio urologo.

grazie di nuovo

Caro...., il varicocele è causa di infertilità fino al 70 % dei casi e quindi può tranquillamente essere che tale patologia sia la causa dell'alterazione dello spermiogramma osservata, per cui come Le avevo già preannunciato sarebbe opportuno pensare di procedere all'intervento di correzione del varicocele, fermo restando che rimane un 30% di casi nei quali nonostante l'intervento chirurgico e la terapia medica non è possibile ottenere il miglioramento del quadro seminologico. Mi faccia sapere. dott. ....

>
> gentile dottore,
>
> > come vede ho ripetuto lo spermiogramma e a quanto pare, nonostante abbia fatto la cura per la prostatite le cose invece di migliorare peggiorano(le ho inviato anche gli esami precedenti in modo da poterli confrontare). Possibile che derivi tutto dal varicocele che lei mi ha diagnosticato durante la visita nel suo studio?
>
>
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le confermo la mia prima indicazione che per altro concorda con quella del Collega Quarto e quindi la invito eventualmente a consultare anche un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana prima di decidere il ricorso ad una eventuale strategia chirurgica.

Un cordiale saluto.