Utente 139XXX
Salve,
sono un ragazzo di quasi 20 anni che da circa 5 mesi ha finito una cura durata 3 anni anticalvizie con il farmaco Propecia.
Il mio ultimo valore del psa era 0.7
Forse questi dati non c'entrano nulla con quello che sto per enunciare però potrebbero c'entrarvi.
Da 3 anni circa soffro di diarrea, secondo il mio medico dovuta alla colite e irritabilità intestinale..
Infatti ho fatto cure periodiche di fermenti lattici e la situazione migliorava. La diarrea capitava... in modo piuttosto frequente riscontrando una certa cronicità.
Da un anno e mezzo invece soffro di dolori intestinali (parte bassa, intestino crasso) e anali credo.
Difficili da definire dove provengano perchè brevi improvvisi e forti, quasi come crampi.
Credo anche di soffrire di emorroidi(visto che non so di preciso cosa sono)dato che ho riscontrato delle piccole protuberanze nella zona anale dopo la defecazione.
mi preoccupo per questi dolori... Alcuni miei amici mi hanno messo in testa che possa trattarsi di prostata, ma visto la mia giovane età mi sembra strano.. voi cosa ne pensate?
un ultima cosa che forse può aiutare ad inquadrare il mio caso. dalle analisi delle urine è stata riscontrata un'elevata presenza di batteri, anche se ancora dentro i limiti massimi.
vi prego aiutatemi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
mi pare che lei debba discutere ilsuo caso col suo medico di base, prima che con gli amici, che di qua sembra più un problema di gastroenterologia che di andrologia e di prostata.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi tanto ma avevo dimenticato una cosa fondamentale che rileggendo per sbaglio prima ho cancellato.
Provo un forte dolore anale dopo l'orgasmo, ossia dopo l'eiaculazione, sempre come un crampo che dura brevissimi istanti.
Forse questa informazione potrebbe cambiare le carte in tavola però...
la prego mi aiuti..
anche se questi dolori persistono da poco a dire il vero.. circa 3 mesi
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Direi che la sostanza cambia di poco, approfitti di questo problema per imarare rivolgersi con fiducia ad un collega in carne ed ossa, che di qyua possimo fare solo ipotesi: per buon senso, linee guida delsito e legge dello stao e digli ordini dei medici.
[#4] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta,
ma mi sono rivlto al mio medico il quale senza visitami mi ha detto "si tratta di colit" senza fogli in mano, analisi o altro...
Io tra l'atro non so a quale specialista rivolgermi per questi disturbi...
lei cosa mi consiglia?
Lei non h sospetti di cosa possa trattarsi, ma giuto per sapere le ripeto a quale specialista in carne ed ossa rvolgermi? il medico di base come figura non è servita a molto..
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Guardi, impari a "maneggiare" il suop medico di base: ci vada e gli dica che sta ancora male nonostante terapia (se ne ha fatta) e chieda a lui a chi rivolgersi. personalmente sentirei un gastroenterologo.