Utente 704XXX
Preg. dottori da un anno circa soffro di dolori al petto durante gli sforzi e e dispnea che regredisce durante il riposo. Nel momento dello sforzo ho difficoltà di respirazione, senso di oppressione al petto, come un grande peso sullo sterno. Ricoverato in cardiologia sono stato sottoposto ad Ecocardio da Stress, Eco sotto sforzo, EcoCardio con Dobutamina, ecg vari e tutte le analisi del sangue, ecografie dei vasi subaortici, rx polmonari ecc. Tutto negativo. Nonostante ciò sono stato programmato per una Coronarografia che non ho voluto eseguire per un attacco di ansia molto forte avuto il giorno dell'esame. Il dolore al petto è continuo, mi è stata fatta anche una Gastroscopia per sospetta ernia iatale, ma anche lì niente, solo gastrite cronica ed esofagite da reflusso. Sono sicuramente in sovrappeso di circa 20/25 chili, ma non si capisce il perchè dell'affanno. Anche se parlo al telefono mentre cammino, devo fermarmi e sospendere per mancanza di fiato. Sono in attesa di Tac Coronarica. Ho fatto anche la curva glicemica sempre per sospetto diabete, ma anche lì niente. Mio padre è morto di infarto a Febbraio e quindi mi hanno messo a rischio di infarto ALTO. Avendo fatto tutti gli esami mi chiedo una cosa, è mai possibile che quando non si trova niente si fa sempre riferimento all'ansia? L'ansia provoca dolori al petto e mancanza di ossigenazione. Io ho sofferto di asma da reflusso gastrico per un pò ma non mi ha mai causato tanti problemi. Il sovrappeso, porta tutti questi sintomi? E' indicata una coronarografia in assenza di tutti i sintomi? Io ho 44 anni e peso purtroppo 103 Kg, e sono ingrassato molto dopo l'intervento di Calcolosi della Colecisti. Qualsiasi aiuto mi sarà utile. Grazie ed Auguri di Buone Feste a tutti voi! Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Caro amico di Latina, faccia SUBITO la coronarografia. La TAC coronarica è attendibile solo se non ci sono calcificazioni; se ci sono va fatta comunque la coronarografia, Ripeto il mio consiglio: la faccia subito, e potrà mettere a posto tutto. Cordiali saluti e auguri.
[#2] dopo  
Utente 704XXX

Iscritto dal 2008
Farla subito, sotto le feste, è praticamente impossibile. Ho chiesto in più ospedali ove la fanno anche radiale e non dalla femorale, ma niente. Dico radiale perchè con problemi erniali non riesco a stare 24 ore fermo immobile, anche se qualcuno dice che dalla femorale è meglio. Perchè mi dice subito? Può dirmi a cosa ha pensato? Grazie della risposta. Saluti
[#3] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Ho pensato concretamente a una possibile cardiopatia ischemica. La via femorale è preferibile. Le dico subito perchè non è nel mio costume perdere tempo. Poi, gentilmente, mi farà sapere e vedrà che ho ragione. Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 704XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dr. Boncompagni, oggi intanto faccio la Tac Coronarica, se riescono a farla, perchè i miei battiti sono intorno a 70/80 al minuto quindi al di là di quello che serve. Fatta questa decideranno, perchè senza indicazione o prescrizione cardiologica, nessuno mi farebbe una Coronarografia da esterno. Le farò sapere. Saluti e grazie.
[#5] dopo  
Utente 704XXX

Iscritto dal 2008
Non sono riusciti a fare la TAC causa rottura dell'apparecchio. Adesso attendo notizie da altri ospedali in cui sono in lista.
Saluti e Buon Natale a tutti.
[#6] dopo  
Utente 704XXX

Iscritto dal 2008
Egr. Dottore non so se mi risponderà più, ma ho fatto la Coronarografia al San Filippo Neri di Roma e, fortunatamente al contrario di quanto pensava, non ho assolutamente niente alle Coronarie. Visto che non aveva ragione (per fortuna mia) adesso cosa devo fare visto che ho fatto tutto e il dolore persiste? La saluto cordialmente.