Utente 140XXX
Ringraziandovi per il prezioso servizio che offrite, vorrei porgere una domanda
Per porre il mio quesito, è necessario che vi riporti questo, preso dal sito www.helpaids.it

"La trasmissione dell'HIV attraverso la puntura di cimice non si verifica.
Le cimici ematofaghe sono parassiti, prevalentemente diffusi in America centro-meridionale, che si nutrono di sangue in tutti gli stadi della loro evoluzione .
Solitamente il pasto avviene durante la notte e si accompagna all'emissione di feci che facilitano la trasmissione di germi, mentre durante il giorno vivono nei materassi, nelle poltrone o nelle crepe dei muri.
Diversi studi hanno dimostrato che le cimici non sono in grado di trasmettere l'HIV, nonostante trasmettano l'epatite B e altre gravi malattie come la malattia di Chagas. Infatti, anche se il pasto ematico è più abbondante rispetto a quello delle zanzare, soprattutto durante il periodo della riproduzione, non è stata dimostrata alcuna replicazione del virus all'interno di questi insetti.
HIV e le zecche
Le zecche sono parassiti che si nutrono di sangue, ma non trasmettono l'HIV. Sono responsabili della trasmissione di diverse malattie in diverse aree del mondo, come ad esempio la malattia di Lyme, la febbre purpurica delle Montagne Rocciose e molte altre.
Il pasto ematico è molto più abbondante rispetto a quello delle zanzare e di altri insetti; inoltre una parte del sangue viene rigurgitato durante il pasto stesso. Benchè in questi insetti il virus sopravviva a lungo (14 giorni), non può replicarsi. La puntura di zecca, lo ripetiamo, non trasmette l'infezione da HIV."

Nel vostro archivio quesiti, era stata data risposta dicendo che virus come quelli dell'epatite b, epatite c e hiv, potendo infettare solamente l'uomo, non possono sopravvivere all'interno degli insetti, quindi in nessun modo possono contagiare attraverso quest'ultimi, ma stando a quanto letto, le cose sono presentate diversamente, o sbaglio? Per questo mi sono rivolto a voi. Le cimici ematofaghe e le zecche oltre a succhiare il sangue, lo rigurgitano durante il pasto; sapendo che la quantità di sangue che succhiano è abbastanza "consistente" mi sono domandato se la quantità rigurgitata fosse sufficiente per infettare chi viene punto: ho letto che le cimici ematofaghe e le zecche non sono in grado di trasmettere l'hiv con la loro puntura e con il conseguente rigurgito, ma trasmettono l'epatite b, è vero? Condividete la loro opinione? Possono trasmettere con il morso (ed il rigurgito) malattie come l'epatite C o l'hiv? O qualche altra malattia?
Sempre leggendo sul sito, ho letto che i virus sopravvivono molto a lungo all'interno di questi insetti (anche 14 giorni): se, durante la puntura schiacciassi l'insetto su una ferita aperta, consentendo al sangue contenuto in esso di penetrare nel mio circolo sanguigno, potrei infettarmi con malattie quali aids o epatiti varie (o altre, non saprei)? Sempre ponendo la condizione che il sangue provenga da un individuo infetto.
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
le infezioni da HIV, HCV ed HBV sono dovute a trasmissione interumana del virus.
Nessun animale (non solo gli insetti) è dimostrato possa infettare l'uomo con questi virus.
Ritengo che le informazioni sul sito www.helpaids.it debbano ritenersi corrette solo per quanto affermato circa l'HIV ( come del resto il titolo del sito lascia intendere).

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

mi ricollego a quanto già detto dal collega Chiavaroli sul fatto che non è dimostrato che i virus HIV, HBV e HCV possano essere trasmessi da insetti o da artropodi.

In passato sono stati fatti alcuni studi sull'argomento.
In India, per esempio, non era emersa una correlazione tra malaria ed epatite B, il che poteva escludere l'ipotesi che la zanzara fosse anche vettore dell'HBV.
Gi altri studi, in realtà non numerosi e non troppo recenti, avevano ipotizzato, senza però dimostrarlo con certezza, la possibilità che alcuni insetti, come le cimici ematofaghe o le zecche, potessero trasmettere anche l'HBV.

L'OMS, nei suoi rapporti annuali e nelle sue raccomandazioni ai viaggiatori, esclude che questi virus possano essere trasmessi tramite insetti o artropodi.
[#3] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Prima di tutto volevo ringraziare entrambi i medici che hanno risposto prontamente alla mia richiesta.

Quindi posso stare tranquillo?
Nessun insetto (o animale) può trasmettere in nessun modo (anche schiacciando l'insetto su una ferita aperta o tramite rigurgito) malattie infettive come aids o epatite?

Grazie mille