Utente 108XXX
Salve
Vorrei avere delle delucidazioni su delle analisi di mio marito (anni 32). A marzo, in seguito ad una visita dermatologica, gli hanno tolto un neo dalla coscia dx che poi è risultato essere un melanoma cutaneo (a diffusione superficiale, livello III, spessore 0.85). Circa venti giorni dopo ha subito una exeresi allargata della cicatrice chirurgica con esito ottimo. In seguito da prassi ha eseguito l'eco all'addome e rx torace che non hanno destato preoccupazione. A distanza di 6 mesi ha eseguito le analisi del sangue e alcuni valori sono alti, da premettere che mio marito non beve e non fuma:
BILIRUBINA INDIRETTA 0.77 (<0.75)
TRANSAMINASI G.P. 51 (5 - 40)

Vorrei sapere se questi valori sono da collegare al melanoma.

Per maggiore chiarimento inserisco gli altri valori:
GLICEMIA 96
BILIRUBINA TOTALE 1.10
BILIRUBINA DIRETTA 0.33
TRANSAMINASI G. O 21
V.E.S. PRIMA H. 2
SECONDA H. 12 I.K. 4
AZOTEMIA 46

Grazie per la vostra attenzione e come sempre puntuali. Distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe farli consultare al curante nel contesto di tutto il quadro clinico-strumentale, ma non credo proprio che ci sia una correlazione.
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per l'immediata risposta siete sempre eccellenti!!!!!!!!!!!!
[#3] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Salve vorrei poter richiedere un altro suo parere.
In seguito alle analisi, mio marito ha eseguito un eco completo all'addome e un ecografia cute e sottocutaneo, come controlli da effettuare ogni 6 mesi. Per quanto riguarda l'eco all'addome il radiologo ha refertato:
FEGATO modicamente aumentato di volume, ad ecostruttura parenchimale addensata come da steatosi di grado elevato. VIE BILIARI intra ed extra epatiche non dilatate. COLECISTI dismorfica ripiegata ad uncino in sede fundica, parzialmente contratta, alitiasica. ASSE SPLENO-PORTALE normale per decorso, calibro e cinesi respiratoria. REGIONE PANCREATICA nella norma. SPLENOMEGALIA (DL 12,5 cm) ad ecostruttura omogenea. RENI bilateralmente nei limiti morfovolumetrici ed ecostrutturali; coesitono multipli millimetrici spots iperecogeni come da microlitiasi in assenza di immagini da riferire a idronefrosi. VESCICA ben distesa a pareti regolari, nel cui lume non si evidenziano immagini patologiche. PROSTATA di regolare volume (DAP 3 cm; DT 4,4 cm) ad ecostruttura omogenea.
Mentre per quanto riguarda l'esame ecotomografico dei cavi ascellari, delle regioni inguinali e della coscia destra(dove è stato asportato il melanoma) non ha evidenziato in corrispondenza della coscia dx formazioni etg apprezzabili riferibili a recidiva locale. Ai cavi ascellari non linfoadenopatie. Alle regioni inguinali prevalentemente a sx si rilevano alcuni centimetrici linfonodi ovalariformi ipoecogeni con centro iperecogeno da riferire verosimilmente a linfonodi a carattere reattivo.
Ho voluto inserire tutto il referto perchè ci sono molte parole specifiche che, non essendo un medico, non riesco a capire anche se la prossima settimana consulteremo il dermatologo che ha in cura mio marito. Spero comunque di ricevere un suo valido parere e un chiarimento. grazie e a presto. BUONA GIORNATA
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le confermo che non c'è alcuna relazione tra i rilievi segnalati e la patologia tumorale di base.

Mentre i linfonodi sono reattivi(= reagiscono ingrossandosi) e quindi NON sospetti in senso oncologico.

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.htm

Steatosi epatica , slenomegalia c'erano evidentemente a prescindere dalla patologia di cui ci stiamo occupando.
Farei controllare i referti al suo curante che sa bene cosa fare.



[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Ancora grazie per l'aiuto e la disponibilità.