Utente 134XXX
Gentili dottori,
ho appena effettuato le prove allergiche con prick test e sono risultato estremamente allergico alle graminacee e agli acari. Faccio presente che ho 24 anni e da almeno una dozzina soffro di rinite allergica molto pronunciata durante l'estate ma non ho asma o altri gravi problemi. I medici mi hanno prescritto un vaccino orale per le graminacee da iniziare a marzo e da riperere per 3 anni. Ora, io in quel periodo dovrò partecipare a un concorso per entrare nelle Forze Armate e farò gli accertamenti del sangue. Non vorrei che, dato che il vaccino altro non è che l'allergene a piccole dosi ripetute, questo possa aumentare la concentrazione degli eosinofili nel mio sangue e farmi uscire dai parametri delle visite mediche. Vorrei sapere se questa mia ipotesi è fondata e se quindi è consigliabile per me rimandare il vaccino appena dopo aver effettuato il prelievo di sangue oppure se posso andare sicuro....faccio presente che da marzo a settembre dovrò assumere aerius e aircort 100 spray (budesonide), medicinali che dovrebbero tra l'altro abbassare gli eos.

Grazie per l'aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Pugliese
24% attività
0% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Lei è un soggetto allergico alle graminaceae ed acari.
I disturbi delle alte vie respiratorie nel periodo estivo non corrispondono esattamente alle sue allergie sopra citate.
Le graminaceae pollinano prevalentemente in primavera (marzo,aprile, maggio, giugno), a volte i periodo possono mutare in base alle condizioni climatiche e nei luoghi di montagna.
La pollinazione delle graminaceae, in questi luoghi di montagna si può verificare anche nei mesi di luglio ed agosto.
Gli acari in genere danno problemi in autunno ed in ambienti chiusi con condizioni climatiche particolari.
Il prick test per quanto vecchio, da circa un secolo, è molto importante come indice di predittività negativa e solo in caso di positività necessita di ulteriori indagini per conferme.
Solo gli allergeni maggiori causano effettivamente i disturbi allergici, mentre positività alle Profiline o alle Calcio Binding Protein (sono allergeni delle graminaceae) non sono in genere importanti come cause di disturbi allergici.
Una diagnosi non corretta può far fallire la Terapia Iposensibilizzante Specifica (impropriamente detto vaccino) che va somministrata per tre cinque anni.
Gli eosinofili aumentano durante la stagione pollinica nei pazienti allergici e solo il cortisone e gli antistaminici possono transitoriamente far diminuire queste cellule del sangue.
Solo la ITS nel tempo (anni) tende a far ridurre gli eosinofili circolanti.