Utente 311XXX
Anzitutto, un cordiale saluto a tutti. Sono della Sicilia e vorrei portare alla Vostra gentile attenzione, il problema che presento da circa 1 anno .Premetto che sono un tipo molto ansioso , ho problemi di varicose e a volte presento sudorazione notturna. Il tutto è iniziato con un semplice puntino rosso sulla gamba destra che faceva molto prurito e con attorno un alone di colore bianco.Tale puntino, oggi si è trasformato in una grossa chiazza rossa lievemente rilevata con al centro soprattutto desquamazione di colore biancastro e attorno puntini di nuova formazione dai quali fuoriesce anche del pus.I sintomi sono i seguenti: forte prurito e a volte anche bruciore.Ho consultato vari dermatologi e ho usato molte creme a base di zolfo, zinco e cortisone.Queste ultime sembravano riuscire a curare la malattia, ma se ne interrompevo l’uso, il problema si ripresentava, preannunciatomi da un formicolio interno. Ho fatto anche varie analisi dai seguenti risultati: (AL 23/ 11/06)
TSH 1,57
FT3 2,7
FT 40,97
VITAMINA B12 761
FOLATI 4
IgE totali 53,80
ANTI-HERPES SIMPLEX1(IgG): 134 UA/ml
ANTI-HERPES SIMPLEX2(IgG): NEGATIVO
ANTI-HERPES SIMPLEX1/2(Igm): NEGATIVO
TAMPONE BATTERIOLOGICO: NEGATIVO
Ho effettuato anche una biopsia alla cute che ha dato la seguente diagnosi: DERMATITE LINFOCITARIA CRONICA a pattern perivascolare, non evidenza di lesioni bowenoide. Ancora oggi però non ho ricevuto cura adeguata e la dermatite tende a peggiorare; cosa mi consigliate di fare ? Devo fare altre analisi? Quali terapie posso fare? Sono molto scoraggiata e ormai penso di non poterne venire fuori…In attesa di risposta vi porgo i miei più cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luca Muscardin
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Io penso che trttandosi di una dermatite il cortisone sia la terapia più giusta e magari si potrebbe ro effettuare una o più infiltrazioni intralesionali di Kenacort-Retard diluito 1 parte in 3 parti di soluzione fisiologica.
Eventualmente la ripetizione della biopsia potrebbe essere una sicurezza in più. Nel mio ospedale pubblico"Istituto San gallicano " di Roma è possibile effettuare queste bipsie con impegnativa del medico curante.
Dott. Luca Muscardin
[#2] dopo  
Dr. Marco Spagnoletti
24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
Dalla sua completa esposizione, emerge un dato in particolare: l'esame istologico non è affatto esaustivo e, direi, un pò troppo generico. Mettendo insieme i pezzi del suo racconto, a rigore di logica scientifica, dovrebbe trattarsi di una dermatite lichenoide.
Ritengo assolutamente necessario, tralasciando le terapie probabilmente efficaci consigliate dall'illustre Collega, la ripetizione dell'esame istologico previa esecuzione di un prelievo sufficientemente grande, preferibilmente dal bordo della lesione e dopo che ogni terapia sia stata interrotta da almeno 7 giorni.
A sua completa disposizione per consulit futuri,
MSpagnoletti
Napoli
Avellino
Ischia
Pozzuoli
[#3] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2007
Vi ringrazio vivamente per la sollecita risposta e concordo con voi per la necessità di approfondire gli esami dovuti.
Vorrei soltanto avere, se ovviamente possibile, ulteriori informazioni sulla dermatite lichenoide: anche sull'altra gamba avverto da circa tre giorni del forte prurito e sono presenti alcuni puntini rossi, è possibile che sia lo stesso problema?
Sono molto ansiosa e, credetemi, non so più cosa pensare...
Cordiali saluti.