Utente 131XXX
Salve, ho 30 anni e sono alla mia seconda gravidanza (la prima risale a 13 anni fa), alla 5 settimana ho avuto un episodio di tachicardia fortissimo, e sono stata ricoverata in ospedale, ovviamente per semplici accertamenti vista la gravidanza, mi hanno fatto un ecocardio e il referto dice che ho la valvola mitralica leggermente prolassata ed un aneurisma del setto senza la presenza di shunt, io mi sono veramente spaventata ma il cardiologo mi ha detto che non mi devo assolutamente preoccupare, che questa cosa non è affatto pericolosa e di continuare a fare tutto in maniera normalissima.. le mie tachicardie però continuano a dire il vero non riesco a dormire, perchè come prendo sonno mi risveglio immediatamente col cuore in gola e mi manca l'aria.. oltretutto mi fa male il braccio e il petto.. ho fatto un holter cardiaco delle 24 ore ed è risultato tutto normalissimo ovviamente non ho avuto tchicardia.. potrebbe essere un problemi di digestione (mangio poco e nulla perchè ho sempre nausea e bruciori) o di aria nello stomaco?? sarà il caso che contatti nuovamente un cardiologo? mi rivolgo a voi perchè non riesco ad avere risposte dai medici che mi circondano i quali mi dicono stai tranquilla e riposati pensando di fare meglio ma io ho bisogno di risposte concrete.. ho bisogno di dormire la notte e soprattutto di stare tranquilla per il mio bambino..
Un altra informazione non ci sarebbe qualche rimedio di erbe che magari favorisce il sonno e qulcosa per la digestionea o l'aria nello stomaco??? grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
essendo il periodo della gravidanza particolarmente stressante sia sotto il profilo psichico che fisico, l'insorgenza di crisi tachicardiche, soprattutto se lei è un soggetto ansioso, sono di facile osservazione ma non rivestono in alcun modo carattere patologico. Indubbiamente sostanze naturali, come i prodotti erboristici tipo valeriana ad es., potrebbero certamente aiutarla.
Saluti