Utente 140XXX
Salve.
Le scrivo perche’ ho un problema che mi assilla da un po’.
Sono un uomo di 38 anni.
Ormai da piu’ di un anno ho problemi che potrebbero essere riconducibili a una cardiopatia.
Improvvisamente ho iniziato ad avere vertigini e quasi-svenimenti quotidiani, forti dolori alla nuca, pallori, pressione bassa e stanchezza generale.
Dopo mesi mi sono deciso ad andare in palestra e le cose sembravano migliorare.
Poi pero’ sono insorti dolori al petto frequenti seguiti da stanchezza generale.
Questi dolori insorgevano non durante lo sforzo fisico( cardio fitness) ma dopo, e non tutte le volte.
Con il passare del tempo le vertigini sono passate ma si sono acuiti I dolori al petto localizzati al centro sopra la bocca dello stomaco oppure nella parte sx.
A volte, dopo brevi sforzi come il salire le scale della metropolitana, faccio fatica a respirare.
Ultimamente durante queste “crisi”, e’ comparso anche un lieve dolore al braccio sx,
una specie di indolenzimento che a volte arriva fino alle dita.
Questi sintomi insorgono anche in altre situazioni, per esempio quando d’estate entro in un luogo con aria condizionata oppure quando sto’ in piedi e lavoro per molte ore. Raramente ho anche delle palpitazioni.
Ho notato che il battito cardiaco che normalmente e’ di 72-75 battiti al minuto, scende fino a 60/56 durante l’insorgere di questi sintomi. Ho una dieta regolare e sana ma nonostante questo ho I valori di trigliceridi e colesterolo un po’ alti.( …penso che sia ereditario).
Mio padre ha avuto un infarto a 57 anni risolto con un’angioplastica.
Da piu’ di un anno ho smesso di fumare ma purtoppo tre anni fa’ ho passato un periodo di 8-9 mesi durante ii quail ho fatto uso frequente di cocaina.
Ho completamente smesso di assumere qualsiasi tipo di droga da quasi di due anni.
Bevo poco alchol, 4-5 bicchieri di vino a settimana.
Faccio presente che ho fatto due ecocardiogrammi ed un echo-test sotto-sforzo, tutti risultati negativi.
Tenendo conto che quando ho fatto questi esami non ho avuto I sintomi sopracitati, posso ritenere validi I risultati?
Ci sono altri esami che mi puo’ consigliare?
Un medico mi ha detto che il dolore al petto potrebbe essere dato da un’ernia ietale o da problemi dell’esofago mentre uno psicologo ritiene che potrebbe trattarsi di ansia.
In tutta sincerita’ non penso di avere questi tipi di problema. La sensazione e’ che qualcosa nel sistema circolatorio non funziona bene.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base al tipo di sintomatologia riferita e considerata la negatività dei test strumentali cardiologici cui si è sottoposto, l'ipotesi di patologia gastroenterica, forse accentuata anche da una alterata emotività, è senza dubbio quella più probabile, le consiglio pertanto, di effettuare un prelievo venoso per valutare l'emocromo e gli elettroliti e poi di sottoporsi ad una gastrooscopia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Martino.
Le scrivo nuovamente perche' ho eseguito una gastroscopia che non ha' evidenziato alcun problema.
Nel frattempo pero' alcuni dei sintomi che le descrivevo in una lettera precedente si sono accuiti.
Ci sono dei giorni durante i quali ho frequenti dolori al centro del petto e nella zona del cuore, questi dolori sono accompagnati da un senso di stanchezza e vertigine.
Mi capita sopratutto quando da seduto mi alzo in piedi.
Mi capita anche che da sdraiato sul letto, non riesco ad addormentarmi perche' perche il respiro si fa' insufficiente e provo una sensazione di apnea.
Gli ultimi esami hanno evidenziato un livello di colesterolo alto anche dopo 6 mesi di dieta.
Le faccio presente che 6 mesi fa' ho eseguito un ecocardiogramma sotto sforzo che pero' non ha evidenziato problemi. I sintomi pero' da allora sono sensibilmente peggiorati.
Le chiedo se esistono patologie cardiache che posso rimanere nascoste ad un echo test da sforzo e da ECG.
Le chiedo inoltre quale altro esame sarebbe consigliabile nella mia situazione.
La ringrazio.