Utente 140XXX
Salve, l'altro giorno ho eseguito una TAC al torace con mezzo di contrasto e vorrei sapere a quante radiografie (sempre al torace) corrisponde, perchè sono un pò in ansia.
Poi vorrei anche venire a conoscenza di quante radiografie corrispondono a una scintigrafia tiroidea (altro esame fatto alcuni anni fa) e una tac ai seni paranasali (sempre fatta alcuni anni fa) con prevalenza mascellari.
Ultima domanda, queste radiazioni screpolano la pelle del viso?
Scusate se le domande sono tante però mi hanno fatto preoccupare e ho chiesto anche agli stessi medici ma sono stati poco esaustivi nelle risposte e non hanno soddisfatto le mie curiosità.
Spero che qualcuno mi risponda, eventuali grazie anticipati.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Pedicelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, posso intanto assicurarle che le dosi di radiazioni da lei assunte con le TC al torace e ai seni paranasali e la scintigrafia tiroidea non possono essere causa di alterazioni cutanee al volto o in altre sedi.
Per quanto riguarda le risposte numeriche che lei chiede, non è èpossibile darle neppure in via di approssimazione, perché il numero di scansioni, e quindi di esposizioni, che si possono effettuare per eseguire una TC variano in un rapporto di 1:100 in relazione al quesito clinico, specie per il torace, essendo comunque la TC dei seni paranasali eseguita con un numero relativamente esiguo di scansioni.
Volendo utilizzare la radiografia del torace come unità di misura, in linea di massima una TC del torace può corrispondere, in termini di dose complessiva, da circa 20 a circa 400 unità: probabilmente le sembrerà molto, ma in realta è abbastanza poco, perchè una grossolana estrapolazione della realtà ( che deve considerare che una neoplasia è sempre il risultato di cause molteplici)dice che c'è la produzione di un tumore nuovo ogni circa 2000-3000 Tc alla popolazione.
Per quanto riguarda la scintigrafia, il raffronto è ancora più difficile, perché l'esposizione radiante è circoscritta alla tiroide ed è costituita da una radiazione gamma la cui modalità di azione è essenzialmente diversa da quella dei raggi X; in linea di massima dovrebbe incidere sensibilmente di meno di una TC.
A fronte di questi elementi positivi, ce n'è sicuramente uno negativo: che un giovane di 19 anni sia stato già sottoposto a tre esami ad alta (sempre restando in ambito diagnostico!) eposizione radiante, per cui per il futuro dovrà attentamente valutare con i suoi medici l'opportunità di eseguire indagini simili, rischiando di superare troppo la media di esposizione
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per le risposte e la tranquillizzo perchè gli esami non erano per il sottoscritto. Ero preoccupato per mia madre, tali esami sono stati fatti a lei che ha già 60 anni.
Ancora grazie per la sua gentilezza.
Cordiali saluti,
Federico
[#3] dopo  
Dr. Claudio Pedicelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, all'età di sua madre qeste esposizioni sono assolutamente irrilevanti.
Cordiali salui e auguri per il nuovo anno