Utente 140XXX
Buongiorno, volevo porre il mio caso alla Vs. attenzione:
Allora da circa due anni mi era stato diagnosticato un lichen sclerosus, premetto senza aver fatto nessuna analisi specifica, pertanto ho seguito una cura datami da un dermatologo che mi ha bombardato di cortisone sia a livello orale che locale a mezzo di pomata. Sinceramente a livello visivo ho notato un netto miglioramento, l'unico problema è che non potevo più avere rapporti sessuali, poichè avevo la pelle del prepuzio fragilissima, sembrava burro! Dopo due anni mi sono rivolto di mia spontanea volontà ad una struttura pubblica il Policlinico Gemelli ed ho fatto l'esame istologico dal quale è risultato che non ero affetto da Lichen sclerosus ma bensì da Lichen simplex cronico! Cosa dovrei fare ora?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

un lichen sclerosus non può non essere diagnosticato: anche l'istopatologo (spero dermatologo) ha necessità di confrontare il caso clinico con il vetrino istologico.

Un lichen simplex in quella zona mi pone dei dubbi, ma da questa sede non possiamo aggiungere nulla di sensato.

Riproduca il controllo con lo specialista dermatologo di sua fiducia e carissimi saluti.

Dott. LAINO, Roma

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Deduco dalle sue parole che l'esame istologico potrebbe non avere diagnosi certa! Ossia colui che ha analizzato il tessuto potrebbe essersi sbagliato! Ho capito bene?
Perchè le pone dei dubbi un lichen simplex al prepuzio?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
in realtà immagino che il Dr. Laino intendesse dire ciò che capita: in dermatologia l'esame istologico (e questo vale pressochè per tutte le patologie dermatologiche) è una importante informazione che va poi associata anche al quadro clinico. Non sono due cose a sè stanti, ma sono due indizi per effettuare una diagnosi corretta.
Condivido i dubbi espressi dal collega Laino. Il lichen simplex non è che un ispessimento cutaneo dovuto, in genere, ad un traumatismo cronico. L'ispessimento e l'indurimento della cute abvviene per ispessimento dello strato corneo. Ma lo strato corneo non è presente nelle mucose, per cui è dura che possa esserci un lichen simplex sul glande.
Presumibilmente la "fragilità" della mucosa da lei riferita potrebbe e badi bene al condizionale, essere dovuta anche ad un uso smodato di steroide locale.
Credo che la cosa migliore sia una consulenza dermatologica, finalmente con un collega che la valuti, le dia una terapia e la segua e supporti nel tempo.
Un caro augurio di Buon Natale

Mocci
[#4] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dott. Mocci, ma io sul glande non ho nulla di evidente, l'esame istologico è stato fatto prelevando un campine di tessuto del prepuzio ...... comunque consideri che da circa tre mesi ho smesso di mettere pomate ed eseguo lavaggi con acqua calda la sera e la mattina, tenendo il pene sotto il getto dell'acqua per alcuni minuti, sinceramente ora non ho più pruriti, e riesco ad avere rapporti sessuali senza troppi problemi, è ovvio che non credo sia questa la medicina per la mia malattia!
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il Dott. Mocci ha anticipato e confermato il mio pensiero: da tale sede comunque mai si può criticare una ipotesi diagnostica fatta de visu, ma solo teorizzare ed orientare i pazienti nella scelta adatta: lei ha già fatto la cosa giusta rivolgendosi al dermatologo: chiarisca con lui i suoi restanti dubbi. Da qui i nostri dubbi invece servono a poco.

cari saluti