Utente 118XXX
A luglio, a seguito di visita urologica c/o l'ospedale Silvestrini di Perugia, sono risultato affetto da "Oligoastenospermia" in quanto i due spermiogrammi ivi svolti a distanza di venti giorni, hanno sostanzialmente evidenziato un numero di spermatozoi pari a 4 milioni/ml ma sostanzialmente mobili.
Orbene, dopo una cura di 60 gg. a base di Ezerex e gli ultimi 15 gg. di Flaminase, in data 28.09 u.s. ho effettuato nuovamente lo spermiogramma sempre a Perugia, con l'amaro esito di soli 0,5 milioni/ml di spermatozoi, per giunta l'80% dei quali immobili.
Il 02.12 u.s., dopo una cura di 60 gg. a base di Fertilex, ho effettuato uno spermiogramma con esito disastroso, rarissimi spermatozoi; tale spermiogramma è stato effettuato c/o uno studio privato di Palermo (lavoro in Sicilia) e l'andrologo palermitano mi ha detto, per quanto a lui a sua volta riferito dal biologo che settimanalmente si reca presso il suo centro, di avere trovato in tutto una decina di spermatozoi su 3 ml di liquido seminale raccolto nel suo studio.
Preciso che ho 33 anni ed un varicocele sx di I° di tipo emodinamico, i dosaggi ormonali non hanno evidenziato anomalie e l'andrologo di Palermo non mi ha saputo dare una plausibile spiegazione circa un tale peggioramento, nonostante da luglio ad oggi sono passato da 4 milioni (già di per sè un risultato critico) al quadro attuale di azoospermia; tra l'altro il medico palermitano mi ha per così dire "scaricato" nel senso che non mi ha indicato terapia alcuna, né prescritto alcuna analisi genetica, bensì si è limitato a fornirmi il recapito telefonico di un suo collega che praticherebbe la biopsia testicolare utile, a suo dire, per congelare spermatozoi "ora che a sua detta sono ancora in tempo"; non mi ha saputo dare spiegazione di tale peggioramento nè ha voluto tenere in considerazione il fatto che, due gg. prima della raccolta del seme, avevo una leggera febbre di 37,5° ed ho assunto paracetamolo sino al giorno prima (tra l'altro a Novembre ho fatto il vaccino per l'influenza suina).
Mi sono pertanto rivolto nuovamente a Perugia (ove vive la mia fidanzata) ed i medici propendono per la correzione chirurgica del varicocele tramite legatura classica, trattasi di I° ed escludono significativi miglioramenti, tuttavia meglio toglierlo per prevenire ulteriori danni...trascorsi sei mesi dall'intervento sostenere nuovo spermiogramma e poi agire di conseguenza.
Orbene, egregi Dottori, mi piacerebbe sapere se, data la vostra esperienza, vi sia capitato di affrontare dei così significativi peggioramenti dei parametri seminali nel giro di così poco tempo e se la situazione di azoospermia dovuta all'ultimo spermiogramma sia o meno migliorabile ovvero irreversibile (non vorrei che l'Ezerex ed il Fertilex mi abbian fatto del male)...scusate la lunghezza, sono piuttosto confuso e spero vivamente che l'ultimo spermiogramma non sia stato fatto nelle condizioni ottimali.
L'occasione è lieta per porgere a tutti Voi sinceri auguri di buone feste.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, per inquadrarre il suo problema servono i dati spermiografici per intero, poi un ecodoppler scrotale (non tocchi quel varicocele chirugicamente), profili ormonali ed esami genetici: e servono parecchio. In ogni caso visto il peggioramento consiglio di congelare i superstiti spermatozoi eiaculati (anzitutto), poi ripeta lo psermiogramma senza febbre da 7 giorni almeno. Se eiacula spermatozi non faccia assolutamente biopsia testicolare. In poche parole, congelio e cambi campana.
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
L'ultimo spermiogramma (quello di Palermo) è alquanto scarno:
Astinenza: 3 gg.; - Aspetto: bianco - avorio; Coagulazione: normale; Fluidificazione: normale; Viscosità: normale; Reazione PH: 8,4; Volume (ml.): 3; Nemaspermi x ml: 0; Totale Nemaspermi: 0; Motilità: tutto negativo 0; Leucociti: assenti; Emazie: Assenti; Cristalli di stermina: alcuni.

....non so se è stato effettuato il centrifugato, non so perchè ma dubito sulla bontà di tale esame rispetto ai tre spermiogrammi effettuati a Perugia, tutti e tre con spermiocoltura negativa ed i primi due (effettuati a Luglio 09) con conta nemaspermica di 4 milioni al ml ed il terzo (settembre 09) di 0,5 milioni ml.

Le riporto gli esami ormonali di Luglio 09:
Prolattina 11.87 ng/ml - a tempo 30 min: 9,5 ngr/ml.
Birilubina totale: 0.91 mg%. - diretta 0.23 mg/ml - indiretta 0.68.
Testosterone: 778 ng/dl;
FSH: 6.4 mlU/ml;
LH: 6.0 mlU/ml;
Creatinina: 0.86 mg/dl - Azotemia: 43 mg/dl
Esame Emocromocitrometrico nella norma.

Non ho effettuato purtroppo esami genetici mentre l'ecodoppler scrotale effettuato a Perugia a Luglio 2009 ha evidenziato un varicocele sin di I° di tipo emodinamico (si rileva al color doppler reflusso a livello del plesso pampiniforme sx che si interrompe prima del termine del Valsalva. Reflusso reno spermatico puro).

N.B. Nel corso dei precedenti ecodoppler eseguiti nel 1998, nel 2002, nel 2004 e nel 2008 in altro centro privato nel Lazio si è sempre parlato di varicocele bilaterla di I°con ectasia dei vasi di entrambi i plessi pampiniformi.

Se permette vorrei porle qualche quesito:

Un tale peggioramento potrebbe dipendere da una fluttuazione normale del liquido seminale, partendo già da una bassa concentrazione (4 milioni ml a luglio)?
Possono avere influito gli integratori che ho assunto (Fertilex, Ezerex e x 15 gg. Flaminase)...preciso che prima di Luglio non ho mai effettuato alcun spermiogramma ed al momento non cerco figli, anche se ho 33 anni e la mia compagna 29...devo sbrigarmi?

L'eventuale correzione chirurgica del varicocele, alla quale Lei è contrario, potrebbe quindi peggiorare ulteriormente le cose?

In cosa consiste il congelamento degli spermatozoi? Sarebbe in grado egregio Dottore di consigliarmi qualche buon centro (anche privato) nei pressi di Napoli e/o Roma?
La ringrazio per l'attenzione e porgo distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Un pegfgioramento del genere può anche dipendere da fattori genetici (es. microdelezione Y) che lei non ha fatto. Per sbrigarsi si brighi a congelare, che il trend nnon è simpatico. Il comnngelamento è congelamento. A roma consiglio european hospital. NBon corregga q2uekl varicocele è inuyile.