Utente 141XXX
Gentili medici,
premesso che trascuro tutte le implicazioni psicologiche connesse, delle quali comunque sono consapevole...la domanda è, a partire da:

1) Barba. E' poco folta, morbida, assente solo sul mento, con baffi davvero radi. Praticamente è impossibile farla crescere, sia perchè la crescita è lenta, sia perchè è una peluria e non è una barba. ho cominciato a radermi regolarmente (per me regolarmente è una volta a settimana) all'età di 19 anni, perchè prima non occorreva. Ho una pelle molto molto delicata (ogni volta che mi rado praticamente mi sfregio).
Ho fatto visita dermatologica, che ha escluso alopecia; il dermatologo ha detto che probabilmente è genetica, dicendomi di confrontarmi con papà, nonno, ecc (confronto purtroppo non possibile).
2) Sembro più piccolo dell'età che ho (e non lo considero un vantaggio). Durante l'adolescenza sembravo un bambino.
3) Assenza quasi totale di peluria su petto e spalle.
4) peli pubici, ascellari e organi genitali normali (ho fatto un controllo da un andrologo un anno fa per la prima volta che mi ha detto che esternamente i genitali sono a posto). Le dimensioni del mio pene sono comunque inferiori a quelle degli altri coetanei.
5) voce non certamente femminile, ma neppure maschile (mi scambiano spesso per una signora al telefono).
6) seno pronunciato, anche se dimagrisco più che posso.
7) accumulo di grasso sui fianchi.
8) flaccidità dei muscoli.

E' il caso di pensare ad un approfondimento riguardo i livelli di testosterone?
A chi devo rivolgermi? ad un andrologo? a un endocrinologo?
Sinceramente non voglio parlare di queste cose con il mio medico curante. Nel caso gli chiederei semplicemente una richiesta di visita specialistica con SSN.

Grazie e auguri di Buon Natale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

per cercare di ben valutare la sua attuale situazione clinica, le consiglio di consultare un andrologo oppure un endocrinologo con chiare competenze andrologiche.

Se desidera poi avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica, che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
l'ideale sarebbe, a mio avviso, consultare il medico di famiglia. Sarà lui a consigliare eventualmente una visita specialistica (consideri che lei ha già consultato un andrologo circa un anno fa che non evidenziò alcuna anomalia). Se per una questione di discrezione preferisce saltare il filtro del suo medico curante per i sintomi che lei descrive lo specialista di riferimento può essere sia l'andrologo che l'endocrinologo.
Altre informazioni su questi temi può trovarle all'indirizzo www.giambersio.it

Cordiali saluti