Utente 138XXX
Salve
Mi è stata dignosticata una calvizia ( arretramento alle tempie e al vertice )
Ho usato per un po il minoxidil, ma sinceramente mi stufo ad usarlo.

Volevo chiedervi se ci sono altri modi per fermare la calvizia a questo stato iniziale

Ho letto della Finasteride, ma ci questo mi ha fatto paura:

"Grazie alla particolare azione farmacologica, gli effetti indesiderati della finasteride sono generalmente assenti o comunque limitati. Quello più importante è dato dall'azione teratogena (nel feto di sesso maschile potrebbero sopraggiungere delle anomalie a carico dei genitali esterni, anche a dosaggi estremamente ridotti), che impone l'assoluto divieto di utilizzare finasteride in presenza di gravidanza programmata o in corso. Durante tale periodo bisogna astenersi anche dal manipolare compresse di finasteride rotte o sbriciolate, poiché il principio attivo può essere assorbito anche attraverso la pelle. Nell'uomo, in un'esigua percentuale dei casi (meno dell'1%), la finasteride può sortire un effetto inibitorio sull’area sessuale, come riduzione della libido, disfunzione erettile e ridotto volume dell’eiaculato"


Più grave anche questa cosa:

Ancora poco chiaro il legame tra assunzione di finasteride e cancro alla prostata, in virtù delle pubblicazioni contrastanti circa un possibile effetto protettivo, neutro o predisponente (oggi ritenuto poco probabile rispetto al passato)


Sono vere queste cause? oppure posso iniziare a prenderla senza problemi?

Poi volevo chiedervi: la spazzola laser, fa veramente rafforzare i capelli? o è solo un'invenzione?

Se uso la Finasteride, devo usare anche uno shampo speciale ed integratori? o posso prenderlo anche da solo?

Grazie in anticipo per le risposte

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
certamente sarà più proficuo per lei effettuare una visita dermatologica , all'interno della quale analizzare un percorso terapeutico adatto.
Se si dovesse comunque arrivare alla finasteride , essendo un farmaco vero e proprio dovrà essere edotto sui rischi e benefici.
A parte il problema teratologico , che effettivamente inciderebbe sulle donne in gravidanza (è il suo caso?),in effetti gli effetti collaterali più attesi (attorno all'1%) potrebbero essere quelli sulla sfera sessuale(es. calo della libido) ,reversibili comunque alla sospensione.
Ve ne sono di altri ma assai scarsamente frequenti.
Il discorso sulla oncogenicità si commenta da solo; nulla di definito nella realtà (ma dalle esperienze ormai prolungate non è emerso alcun allarme).
Deve assolutamente attuare ogni decisione terapeutica nell'ambito di un rapporto col curante.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore
Ma se si dovesse arrivare alla finasteride, ci sono cmq delle possibilità che arrivi un cancro alla prostata?
anche se è dell'1%, non vorrei rischiare proprio.
Già se si parla di questa possibilita, non mi pare il caso.
Cosa ne pensa lei?
Oltre al minoxidil e alla finasteride, ci sono altre cure che portano ottimi risultati? la spazzola laser? alcuni sciampi con integratori?
Voglio chiedere prima a voi, perchè una visita io l'ho gia fatta un anno fa e non mi è sembrata produttiva

Poi volevo chiedervi, che cause porta il minoxidil, se ce ne sono

Scusete per le troppo domande.
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
La finasteride NON provoca il cancro della prostata .
Se poi lo provocasse all'1% sarebbe stata già ritirata con clamore sui telegiornali, visto che tra pz con ipertrofia prostatica (a 5mg) e pz con alopecia a.g. (a 1mg) i casi sarebbero milioni e milioni.
I farmaco è usato da tanti anni con buoni risultati, csì come il minoxidil.
Bene anche per le altre cose riportate, tenendo presente che si tratta di semplici adiuvanti, in appoggio alla terapia principale.
Ovviamente il quale , il come e il quando andranno decisi , ad personam , al momento della visita al pz, specifico, e per il tipo di problema effettivamente riscontrato.
Cordialità
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Concordo e rafforzo il concetto che il dermatologo e il medico in generale MAI potrebbe prescrivere farmaci cancerogeni per i propri pazienti.

I farmaci prescrivibili detengono in termini generali COSTANTEMENTE un altissimo profilo di tollerabilità e sicurezza.

Sicurezza che viene implementata e tutelata dal controllo Medico specialistico, che è viatico indispensabile per la tutela della Salute.

Non credo che sia lei a scegliere e valutar la bontà di n farmaco, ma è e rimane il medico che può - secondo sua scienza e coscienza proporle l'utilizzo di taluna terapia.

Pertanto il miglior consiglio che mi sento di darle è di rivolgersi con fiducia al suo dermatologo che saprà, dopo attenta valutazione dello stato dei suoi capelli (con la visita ed eventualmente con test diangostici non invasivi per l'analisi dermoscopica del cuoio capelluto e dei capelli) prescrivere la terapia più adatta.

Per ora se vorrà può leggere il personale articolo sulla calvizie che ho pubblicato su questo portale all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173

Cari saluti

Dott. LAINO, Roma

[#5] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte.

Vi riscrivo per chiedervi ancora una cosa:
Io ho fatto due visite ai capelli un'anno fa.
Un dottore mi ha prescritto minoxidil al 2% più shampoo speciale, piu integratori in pastiglie
L'altro dottore mi ha prescritto solo minoxidil al 2% e integratori

Secondo voi cosa devo seguire delle due indicazioni?

Dopo la visita ho usato per 4 o 5 mesi il minoxidil prescritto, ma siccome era abbastanza noiosa la procedura ho smesso. Quindi sara da piu di 6 mesi che non prendo niente.

Secondo voi devo fare un'altra visita medica, oppure non ne vale la pena, e continuo la terapia migliore delle due che vi ho descritto prima?

Saluti
[#6] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz,
a parte che non esistono differenze sostanziali tra le due terapie proposte, mi sembrerebbe di notare però una scarsa propensione a seguire schemi terapeutici, indicazioni cliniche di curanti, da cui consegue discontinuità , e non fedeilizzazione alla figura del curante.
Probabilmente non vive la sua condizione come patologica e ,in effetti può essere considerata da alcuni parafisiologica.
Quindi è possibile scegliere anche la terza strada: NON curarsi.
Sicuramente questa è preferibile nei casi in cui non sia possibile garantire una continuità , a causa di scarsa motivazione . Le dico questo perchè verosimilmente continuando così non otterrà alcun risultato , ma perderà tempo e denaro.
Quindi il mio consiglio , che vale per tanti, è di vlutare in se stessi la entità del problema , la voglia di risolverlo , la capacità di applicarsi e di continuità, e poi decidere.
cordialità
[#7] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Forse ha ragione, comunque vedrò.
Forse però la cosa migliore è farmi vedere un ultima volta, per far vedere al dottore la situazione, e incominciare questa volta la cura seriamente.

Volevo chiedervi:

Ma il minoxidil, aiuta a far tornare i capelli come prima, o li mantiene costanti per tutta la terapia, oppure ritarda solo il processo di calvizia?

ho sentito che se usi minoxidil e poi smetti la terapia, i capelli tornano peggio di prima è vero?

saluti
[#8] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Il minoxidil ha una azione variabile da soggetto a soggetto e può variare da nessun risultato a crescita di peli terminali:di solito si considera un buon risultato l'arresto della caduta con recupero di diametro del fusto pilare , perlomeno di una parte dei capelli.
E si ottiene con mesi di uso costante.
I benefici si perdono con la sua sospensione ,gradualmente (i BENEFICI...)
Cordialità
[#9] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Quindi, non è detto che usando il minoxidil si abbiano per forza risultati, magari non succede proprio niente?

Prima le ho detto che ho sentito che il minoxidil può peggiorare la situazione se smesso di prendere, gliel'ho anche chiesto perchè da quando l'ho preso i miei capelli sembrano piu sottili e unti del solito.

Comunque, mi sa che mi faccio vedere un'ultima volta per sicurezza
[#10] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Ottima idea.....
Saluti
[#11] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Scusate faccio ancora delle domande.
C'è differenza dal minoxidil fatto proprio in farmacia e da quello prescritto dal medico? insomma quello normale?

all'inizio mi avevano detto di mettere 15 gocce nei capelli, ma era proprio impossibile non riuscivo per niente a comprire tutto il capo, quindi ho incominciato a metterne tanto.
Questo mi causava un prurito pazzesco alla testa.
Ho notato che da quando ho usato il minoxidil (come ho scritto nei mess precedenti) i capelli sembrano piu sottili del solito.
Ho letto su un sito che usando troppo minoxidil provoca telogen effluvium, è vero?

aspetto una risposta a tutte le mie domande
grazie ancora