Utente 141XXX
salve. sono una ragazza di 22 anni e il 19 novembre ho subito il terzo intervento a cuore aperto per problemi congeniti all'arteria polmonare. durante l'intervento sono stata sottoposta a circolazione extra corporea e, di conseguenza, ho riportato una cicatrice nella zona dell'inguine dx. un paio di settimane fa ho applicato pennicellina in polvere e mercurio cromo (come da consiglio medico) nel punto di massimo sfregamento della ferita che bruciava e aveva prodotto un pò di pus (problema causato dai movimenti della gamba e dal contatto con la molla degli slip). ora la ferita è migliorata e non mi dà più fastidio, anche se i bordi rimangono rosso scuro. da un pò di giorni ho però notato un'evidente gonfiore localizzato da 2 cm a destra del taglio fino a metà pube. nè la ferita, nè la zona rigonfia mi danno fastidio o bruciore, ma volevo comunque domandare se è normale o se potrebbe esserci qualche problema, tipo un'infezione o un'infiammazione.
ne approfitto per fare un'altra domanda. il 15 dicembre sono andata all'ospedale per il consueto controllo post-operatorio e il cardiologo, attraverso l'eco, ha riscontrato un lieve versamento pleurico nel polmone sx che comunque non è stato rilevato dall'rx toracica. per risolvere mi è stato prescritto il lasix da prendere una volta al giorno (avevo interrotto la terapia diuretica -3 compresse di lasix, più una di luvion- un paio di giorni prima) per altri 20 giorni. volevo domandare a tal riguardo se, per avere la certezza che il problema è stato risolto, posso aspettare la visita cardiologica prevista per il 23 febbraio oppure è meglio fare un'eco appena cessata la terapia. domando questo perchè l'ospedale presso il quale sono in cura è in un'altra città.
vi ringrazio in anticipo, buon lavoro!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,per la ferita non dovrebbe essere nulla di allarmante ma poter darle un consiglio preciso da dietro uno schermo del computer è impossibile;provi a farla vedere al suo medico di famiglia perchè solo vedendola di persona si può dire qualcosa;lui saprà eventualmente se inviarla per un consulto chirurgico se questo è necessario;
per la terapia con lasix non si preoccupi,se il versamento è lieve non è assolutamente preoccupante ne necessario fare immediatamente un eco di controllo subito dopo,faccia serena la sua terapia e quando avrà l'occasione di andare per i controlli verrà valutato senza fretta
Cordiali saluti
d.Annoni
www.questionidicuore.com