Utente 309XXX
Ho 33 anni ed 11 anni fa sono stato operato di varicocele bilaterale. Allora il medico non mi parlò assolutamente di spermiogramma. Dopo qualche anno dall'intervento capii da solo che avrei dovuto fare lo spermiogramma. Lo feci e la conta era un pò bassa (circa 9 milioni) ma la motilità buona. L'ho ripetuto diverse volte e la conta degli spermatozoi è andata sempre più diminuendo. L'ultimo l'ho fatto 3 anni. Nelle ultime settimane ho avvertito di nuovo il fastidio che avvertivo 11 anni fa, però questa volta solo a sinistra. Sono andato dal medico che mi operò allora e mi ha detto di non aver nessun varicocele (mi ha fatto l'ecocolordoppler ma non mi ha dato i risultati), però mi ha detto di portare calze elastiche e di prendere flebonorm per un mese. Non fidandomi, sono andato a fare un ecocolordoppler testicolare e mi hanno diagnosticato un varicocele di I° grado a sinistra. Ho fatto anche una ecografia alla prostata ed è uscito una fibrocalcificazione di 0,9 mm in sede centrale. Adesso sto aspettando i risultati della spermiocultura ed urinocultura. L'anno vorrei sposarmi ed avere figli. Mi devo operare nuovamente? I problemi alla prostata possono incidere sulla fertilità? Faccio una vita molto sedentaria a causa del mio lavoro, quali sono gli sporto che possono aiutarmi? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
intanto i fastidi da Lei riferiti possono essere riferiti ad una patologia prostatica.
Per quanto riguarda la domanda sulla fertilità e ripercussioni della prostatite,le rispondo che una prostatite difficilmente diminuisce in maniera così marcata sul numero degli spermatozoi ma soprettutto eventualmente sulla loro mobilità.
Penso che sia il saso di sottoporsi ad una visita urologica/andrologica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore da ciò che lei riferisce sembrerebbe avere dei problemi di congestione prostatica per i quali sarebbe opportuna una rivalutazione specialistica urologica. I problemi prostatici hanno in una certa misura (bassa) una loro influenza sulla fertilità, motivo per il quale nei soggetti che hanno problematiche di fertilità suggeriamo sempre una adeguata terapia della prostata prima di intrarendere ogni discussione inerente la riproduzione.
Per quanto concerne l'intervento di varicocele cui accennava,che probabilmente non ha sortito gli effetti sperati, volevo dirle che l'intervento stesso non influenza di per sè il numero, cioè la conta di spermatozoi, bensì la loro qualità. Si cerca cioè con l'intervento di salvaguardare quel che di buono la natura ci offre ed in generale tanto più avanti di età si pratica l'intervento, tanto più scarsi sono i risultati proprio per il discorso anticipatole.
Non è tuttaviada escludere in caso di recidiva significativa che lei debba sottoporsi ad un nuovo trattamento in prospettiva di una sua riproduzione. Le consiglio pertanto una visita specialistica utologica.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#3] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dottore per la risposta.
Il varicocele di I° grado incide sulla fertilità? E' da operare? Inoltre sono alcuni anni che soffro di minzione frequente. Però, questo è l'unico disturbo che avverto, cioè, non avverto bruciore ed altro. Non mi alzo la notte per urinare, però a volte posso andare più volte in bagno nel giro di pochi minuti. Di sicuro almeno una volta ogni paio d'ore. Anche in passato ho fatto delle eco alla prostata ma non usciva niente e permaneva il problema della minzione frequente. Da che cosa può provenire questo mio disturbo? Grazie
[#4] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio i Dottori e chiedo scusa al Dott. masala in quanto la mia replica si è sovrapposta alla sua risposta. Il varicocele è una problematica che riguarda l'andrologo-urologo o il medico vascolare?
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.utente,
sicuramente l'urologo/andrologo .In alcuni centri dovw manca l?rologia se ne occupa nche il ch.generale ma non mi risulta che se ne occupi il ch vascolare.
Cordiali saluti