Utente 141XXX
Buongiorno,
lo spermiogramma di mio marito presenta i seguenti valori dopo una cura antibiotica per riscontrata infezione da e-colei infine debellata.

Quantità: 3,5 ml

Colore, aspetto, coagulazione, fluidificazione, viscosità: tutti nella norma

Reazione: Alcalina

Conta nemaspermi : 40 milioni /ml (nel primo spermiogramma che ha riscontrato l'infezione risultavano 25mln/ml)

Immobili: 15%

Atipici: 5%

Vitalità dopo 1h: 80%

dopo 2 h: 60%

dopo 4 h e dopo 6 h: 0% (ed è questo il dato che mi preoccupa, dal momento che so che per risalire l'utero e fecondare l'ovulo gli spermatozoi impiegano circa 6 ore)

Indice di motilità : 3 (valori riferimento 3-4)

Indice di fertilità: 50 (valori riferimento >0 =50)

Premetto che mio marito ha 49 anni, è stato un gran fumatore e conduce una vita lavorativa piuttosto stressante; il medico del laboratorio dove ha eseguito l'analisi si è meravigliato che egli fosse preoccupato della propria fertilità perchè secondo lui il suo è uno spermiogramma normale e che non presenta impedimenti di sorta. Gradirei ricevere un vostro parere. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Alcuni parametri valutati come la vitalità dopo 2, 4 e 6 ore non sono più presi in considerazione nella maggior parte dei laboratori di seminologia. Altri parametri come l'indice di fertilità sono variabili da laboratorio a laboratorio e molti non li usano più. Il dato però stupefacente, non riscontrabile in nessun laboratorio che si occupa seriamente di infertilità maschile, è la bassisima percentuale di spermatozoi atipici (solo il 5%). Consiglio pertanto una visita specialistica andrologica per il marito (utile in ogni caso dopo una presunta infezione da E. Coli). Lo specialista saprà eventualmente consigliare un laboratorio dove lo spermiogramma abbia una attendibilità cinica.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,

premesso che l'infezione è stata riscontrata con antibiogramma, vuol dunque dire che l'esame così eseguito non è attendibile, e soprattutto che non è possibile che i nemaspermi atipici siano in percentuale tanto bassa?

E ancora, non deve preoccuparmi quell'assenza di vitalità dopo 4 e 6 ore dall'emissione?

Grazie ancora e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Penso che non debba preoccuparsi per il risultato di un esame poco attendibile. Lo stesso motivo per cui non ritengo verosimile la presenza di una percentuale così esigua di forme atipiche mi induce a ritenere di scarsa attendibilità anche l'esito del test di vitalità.
Ribadisco il consiglio di effettuare una visita andrologica.

Cordialità
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

tanto per ribadirle un'osservazione del collega Castiglioni le ricordo che al parametro morfologia una percentuale del 95% di forme normali non è realistica è come se mi dicessero che hanno visto volare un asino!

Infatti dal 1999, dati confermati poi nel 2003, il WHO ha posto dei criteri di valutazione della morfologia molto ristretti e, per questo dato, la normalità posta prima al 50%, è scesa al 14-15%.

In sostanza con gli attuali criteri di valutazione del liquido seminale difficilmente si riscontra una morfologia normale degli spermatozoi superiore al 20-25%.

Faccia ripetere l'esame a suo marito in una struttura aggiornata e dedicata che segua le indicazioni recenti date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e poi, se lo desidera, ci aggiorni.

Un cordiale saluto.