Utente 880XXX
Carissimi dottori, ho una curisosità insoddisfatta da tempo,in quanto su questo argomento si dicono tante cose e non si capisce dove sia la "verità": mi chiedevo se l'assenza di masturbazione e di rapporti sessuali con una partner possa in qualche modo far male all'organismo. Da qualche parte infatti leggo che una regolare eiaculazione fa bene alla prostata e assicura una maggiore efficienza e qualità degli spermatozooi, più di quanto possa fare la polluzione notturna in chi pratica una vita "casta". Da qualche altra parte invece leggo il contrario. Voi che ne pensate? Fisiologicamente parlando(al di la degli aspetti psicologici)è meglio un'eiaculazione regolare o tirare avanti con il semplice "ricambio" di sperma che si ha attraverso la polluzione nel sonno?Grazie e a presto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
solo una sana ec consapevole libidine salva i giovani dallo stress e dalla azione canta zucchero ed io dico a lei. Le ripercussioni fisiche sono assenti sia per il troppo che per il troppo poco, non farlo è segno di tiìmidezza, ma se una syta bene così, così è.
[#2] dopo  
Utente 880XXX

Iscritto dal 2008
Caro dott. Cavallini, la ringrazio per la sua gentilissima risposta, solo che in alcune parti non mi è molto chiara: probabilmente mentre scriveva si sono accavallati i termini..Potrebbe riscriverla?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il troppo o il troppo poco sesso non danno prblemi fisici, tranne stanchezza e fiacca (il troppo). Il troppo poco è segno di timidezza, ma se una persona sta bene così così sia.