Utente 141XXX
un saluto a tutti i medici...
sn un ragazzo di 26 anni, già da piccolo avevo rapporti anali da sl, poi cn la mia ragazza la cosa è aumentata. ultimamente ho un problema serio, il mio ano sembra essersi "rotto". cioè pur stringendo i muscoli anali, l'orifizio rimane aperto, ma solo in lunghezza, praticamente si è allargato verso i testicoli e la schiena, tipo una I. ho dei problemi di perdite e anche nn essendo gonfio ho sempre la sensazione che lo fosse. ho avvertito 2 traumi forti nel corso degli anni,l'ultimo è stato poco tempo fà, circa 6 mesi fa. da allora nn pratico piu' quel genere di rapporto ma nn è cambiato nulla,pensavo che poi tornasse tutto cm prima, invece... e ho notato che l'erezione nn è piu forte come prima. vorrei un parere, si può fare un intervento per ripristinare la corretta funzione dell'orifizio? il problema d'erezione può dipendere da questo problema? come posso muovermi?
ho problemi a parlarne col medico di famiglia, mi vergogno.
grazie dell'attenzione attendo risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se ho ben compreso si tratta di incontinenza fecale. In questo caso è necessaria una visita specialistica, gli accertamernti strumentali che consiglierà lo specialista e la valutazione delle possibilità terapeutiche. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio della risposta, quindi si può fare qualcosa? e x l'erezione ridotta? può dipendere da questo? la ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
per questo aspetto, apparentemente non correlato, credo utile sentire un parare urologicoandrologico.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

come giustamente detto dal collega Favara non ci sta una correlazione diretta tra i due problemi da lei accennati.

Per capire il suo problema sessuale da questa postazione ci è difficile comprendere bene cosa è successo ed in questi casi la cosa migliore da fare è sempre una attenta valutazione clinica diretta per comprendere per bene la sua situazione clinica particolare e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche.

A questo punto potrebbe essere utile una attenta valutazione clinica da parte di un esperto andrologo .

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.