Utente 141XXX
Ho 52 anni abito in provincia di Como ho subito un intervento di sostituzione dell'aorta dal cuore all'inizio delle femorali 10 anni fa, ora il problema interessa le femorali con l'occlusione totale della sinistra a causa dell'impossibilità di camminare sono in sovrappeso e per questo motivo i chirurghi che ho consultato non sono disposti a reintervenire, chiedo l'indirizzo di un centro specializzato dove potermi rivolgere.
Nel ringraziarVi porgo distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Senatore
24% attività
0% attualità
12% socialità
VAREDO (MB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Sarebbe opportuno sapere che femorale è ancora chiusa, femorale comune-superficiale o profonda.
Andrebbe inoltre valutata la sua impossibilità a camminare quantificandola in termine di intervallo libero da claudicatio, ovvero dopo quanti metri di camminata a passo lento si deve fermare per la comparsa del dolore e in che sede questo dolore compare.
Visto tutto questo, dopo una valutazione cardiologica ed anestesiologica, si può decidere se è o meno il caso di reintervenire chirurgicamente o se è prima opportuno tentare una terapia medica.
L'intervento che ha già subito andrebbe poi specificato meglio, era un bypass aortobifemorale per S. di Leriche?
Altre patologie e farmaci che prende?
Con qualche elemento clinico in più si può poi valutare meglio il caso.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Scusandomi del ritardo invio relazione clinica dell'ultimo mio ricovero in data 18/03/2008.
DIAGNOSI DI DIMISSIONE
SINDROME DI LERICHE.
PREGRESSO BY-PASS FEMORO FEMORALE DX>SIN.
PTA E STENT ILIACA COMUNE DX.
ATTUALE CLAUDIOCATIO SIN.CON INTERVALLO LIBERO DI 50 MT.
ANAMNESI:
FUMO E OBESITA'.
'99 TEA AORTA ADDOMINALE E ARTERIE ILIACHE BILATERALI. 2000 PTA AORTICA E PTA CON STENT ILIACA COMUNE DX, BY-PASS CROSS OVER FEMORO-FEMORALE DX>SIN.
2001: C/D: OCCLUSIONE ARTERIA FEMORALE SIN. E OCCLUSIONE TIBIALE ANTERIORE DX.
2004: C/D: OCCLUSIONE TIBIALE ANTERIORE SN E PERVIETA' FEMORO-FEMORALE DX.
STENOSI ALL'ORIGINE DEL BY-PASS SOVRAPUBICO SIN SUL VERSANTE DX.
2008: C/D: OCCLUSIONE ILIACA SN.
CLAUDICATIO CON I.L. DI 50 MT. A SIN.
ENTRA PER ANGIOGRAFIA.
DECORSO CLINICO:
ESAME CLINICO: NON SEGNI DI SCOMPENSO CARDIACO.
SOFFI CAROTIDEI BILATERALI.
FEMORALE DX IPOSFIGMICO.
NON POLSI APPREZZABILI A SIN.
PROCEDURA DI ANGIOGRAFIA AORTA ADDOMINALE E TP.
ACCESSO FEMORALE DX.
STENOSI SUBOCCLUSIVA FOCALE DELLO STENT DELL'ILIACA COMUNE DX.
OCCLUSIONE DELL'AORTA ODDOMINALE SOTTORENALE CON AMPIA COLLATERALIZZAZIONE PER L'ASSE ILIACO-FEMORALE DESTRO.
RUN-OFF A DX INDICATIVO DI PERVIETA' FEMORALE POPLITEA E TIBIALE.
OCCLUSIONE CRONICA A SIN CON RUN-OFF TARDIVO E PARZIALE.
SI ESEGUE ANGIO RNM CHE EVIDENZIA L'OCCLUSIONE ILIACO FEMORALE COMUNE A SIN CON VISUALIZZAZIONE FEMORALE SUPERFICIALE AL 3°PROSSIMALE.
MALATTIA CRITICA DEL TRATTO PROSSIMALE DELL'ARTERIA TIBIALE ANTERIORE.
INDICAZIONE PREVALENTE CHIRURGICA
TERAPIA: TICLOPIDINA 250 mg 1 CP PER 2.
Chiedo dove potermi rivolgere per un ulteriore consulto.
Nel ringraziarVi porgo distinti saluti.

STENOSWI SUBOCCLUSIVA FOCALE DELLO STENT DELL'ILIACA
COMUNE
[#3] dopo  
Dr. Stefano Senatore
24% attività
0% attualità
12% socialità
VAREDO (MB)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Il caso non è dei più semplici.
Per decidere se proseguire con la sola terapia medica oppure tentare un intervento chirurgico, con tutti i rischi connessi, sarebbe opportuno una valutazione in un centro specializzato. Le consiglierei la Multimedica di Sesto San Giovanni (www.multimedica.it).
Cordiali Saluti