Utente 142XXX
salve dottore, la contatto perchè sono un pò preoccupata sul mio stato di salute, piu o meno ad agosto ho avuto un periodo di febbretta continua, sui 37.3-37.5 il medico mi prescrisse vari esami di routine che risultarono tutti perfetti, solo una mononucleosi avuta non si sa quando, con il passare dei giorni la febbre è passata anche se non definitivamente perchè ogni tanto è ricomparsa x alcuni giorni,adesso da 3-4 giorni di nuovo questa febbretta che varia dai 37.1 la mattina ai 37.5 al pomeriggio, altri sintomi rilevanti non ne ho, apparte un po di dolore al collo in alcuni punti e un po di emicrania, resta il fatto che io ho un enorme dubbio che però non ho il coraggio di togliermi, 6 mesi fa ho avuto un rapporto in cui si è rotto il profilattico, questa persona non la conoscevo quasi x niente e da allora ho l'atroce dubbio di aver contratto l'hiv, non riesco a trovare il coraggio x sottopormi al test, il medico quando a agosto mi prescrisse i vari esami( escluso virologia) mi visitò accuratamente e mi disse che non avevo un quadro clinico da certe malattie e che comunque un minimo di valoro sballati tipo la VES avrei dovuto averli se fossi stata affetta da hiv.secondo lei ha ragione il mio medico? le faccio presente un altro fattore che non so se possa essere responsabile della febbretta, qualche giorno fa ho notato un seno piu gonfio e un po dolente, le faccio presente che io ho le protesi, mi sono subito sottoposta a un ecografia che ha rilevato la presenza di parecchio liquido nella mammela sparso qua e la, l'ecografo dice che potrebbe essersi rotta la protesi ma che mi serve una risonanza x averne la certezza, il chirurgo plastico che mi ha operato ivece dice che è rara la rottura di protesi e che comunque essendo in gel non se ne va in giro con una consistenza liquida...comunque venerdi farò la risonanza, quello che le chiedo è se secondo lei se fosse rotta la protesi magari da qualche mese se può dare luogo a questa febbretta che ho ricorrente o se secondo lei potrei invece aver contratto l'hiv? non riesco a trovare il coraggio x fare il test, una risposta positiva rovinerebbe la mia esistenza, sono una mamma e non posso pensare che una cavolata che ho fatto possa portarmi via dai miei bambini, preferisco non sapere e vivere in pace anche se fosse x poco!!! x favore mi dia qualche risposta non so piu cosa pensare. grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Domenico Ponte
24% attività
0% attualità
0% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
voglio subito rassicurarla sull'argomento HIV.
a) Fare il test per l'HIV è di una semplicità unica anche grazie all'anonimato a cui si è sottoposti.
b) Una eventuale positività anticoprale HIV non significherebbe malattia conclamata.
c) La conferma della malattia HIV viene infatti fatta con test molto più sofisticati.
d) L'eventuale malattia conclamata con la terapia attuale guarisce nel 90 % dei casi.

Quindi, in definitiva, riguardo l'HIV starei comunque tranquilla in ogni caso.

La febbricola potrebbe sicuramente essere causata alla rottura della protesi la quale avrebbe causato la fuoriuscita di liquido gelatinoso nella sottomuscolare pettorale e causare anche una infiammazione locale.
Il risultato della RMN fugherà i suoi dubbi..
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio tanto x la risposta, nel frattempo ieri mattina ho fatto la risonanza magnetica che ha escluso la rottura della protesi, ha invece trovato un versamento molto ampio dovuto a un processo infiammatorio, la causa non si sa precisamente, forse un trauma qualche mese fa....comunque mi hanno prescritto un antibiotico x iniezione che si chiama RAICOCEF, x 6 giorni, e una nuova risonanza di controllo tra 3 mesi dicendomi che se la cosa non regredisce dovrò cambiare la protesi. lei cosa ne pensa? pensa che in versamento si riassorbirà? inoltre a questo punto pensa che la febbretta continua sia dovuta a questo processo infiammatorio? la ringrazio infinitamente.
[#3] dopo  
Dr. Domenico Ponte
24% attività
0% attualità
0% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
oltre all'antibiotico aggiungerei una antinfiammatorio (non FANS) per favorire il riassorbimento (Flaminase cpr 1 cpr x due volte al giorno per 10 gg).

Prima di ripetere la RMN potrebbe valutare l'esistenza ancora del versamento con una buona Ecografia fatta da mani esperti, la quale potrebbe evitare anche la ripetizione della RMN. Anzi io le consiglierei di farne una subito e un'altra tra 1 mese (vista anche la semplicità e il costo della procedura).
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio è davvero gentilissimo. ho cominciato l'antinfiammatorio, tra un mese farò l'ecografia di controllo allora, spero tanto che la cosa si risolva.
cordiali saluti