Utente 142XXX
Gentili medici,
mio marito ha 33 anni, circa 3 mesi fa ha iniziato ad avere problemi di erezione. Questo inizialmente si presentava circa una volta su 10, e quindi non ce ne siamo preoccupati. Ultimamente però il problema si è verificato più frequentemente, 3 volte su 5.
In poche parole il suo pene fa fatica a raggiungere una rigidità adatta alla penetrazione. Mentre altre volte raggiunge questa durezza, ma durante il rapporto poi la perde.
Ci stiamo preoccupando. Lui fa un lavoro che lo stressa tantissimo, e sicuramente questo gioca a suo sfavore, tanto che lui è convinto proprio che sia dovuto dallo stress. Io però ho paura che dipenda da qualcosa di fisico, forse una disfunzione.
Come posso aiutarlo?
Grazie. Ilaria

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
il suggerimento è di non attendere oltre e di procedere con una valutazione andrologica diretta, che permetta di inquadrare correttamente il problema ed impostarne la soluzione.