Utente 129XXX
Gentile dottore... spero mi possa aiutare...
sono una ragazza di 25 molto molto ansiosa e per questo sto andando da un bravissimo psicologo.
Ma ho un problema che mi tormenta.
Da quando mi hanno trovato dei valori leggermente più alti dovuti all'istamina e non capendo, dopo diverse prove d'intolleranza, cosa mi ha causato quel rilascio d'istamina, ho il terrore a mangiare qualsiasi cosa.
Nel senso che è da più di un anno che non mangio più pesce perchè mangiando i mitili e i crostacei, dopo circa mezz'ora dal pasto, dovevo correre a casa di forti crampi addominali, e anche se non sono risultata allergica alle prove, non mi fido e non li mangio più.
In più soffro anche di intestino irritabile, e circa 3 anni fa stavo bene col novafibra ora ho paura a prenderlo, dato che è alla mela, ho paura di essere allergica anche a quella, anche se dalle prove il test era negativo, ma ho sentito dire che le allergie vengono da un giorno con l'altro, quindi che bosogna fare?
Ad ogni boccone siamo a rischio shock anafilattico?
E' così facile avere reazoni allergiche?
Come si può vivere tranquilli??
Grazie per il servizio che offrite, aspetterò una sua risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Pugliese
24% attività
0% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Mi dispiace non poterti dare una risposta precisa perché non esiste l'allergia all'istamina perché questa sostanza viene liberata dal nostro corpo quando una persona è allergica (acari, muffe, pollini, alimenti, etc) e causa prurito, rossore, gonfiore, dolore addominale, rinite, congiuntivite, asma, etc.
Ritengo che oltre ad un buon psicologo devi trovare anche un buon allergologo.
Valutare anche un eventuale malassorbimento nel contesto clinico che comunque valuterà lo specialista.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la sua risposta!
Non ho detto di essere allergica all'istamina che non ha senso, ho detto che nelle analisi c'erano i valori leggeremente alti di istamina.
Ho fatto già le prove all'ospedale, e anche le prove tramite prelievo, lei dice di non fidarmi?
Ma la mia domanda è...una persona per mangiare tranquillamente deve fare i test ogni volta che deve mangiare???
Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Salvatore Pugliese
24% attività
0% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Istamina e pesci o crostacei:
esiste la cosiddetta sindrome sgombroide che è dovuta ad una massiva liberazione di istamina e tiramina quando il pesce non è fresco.
esiste una allergia alla tropomiosina che è una componente della contrazione muscolare capace di dare allergia dopo aver mangiato crostacei o molluschi o lumache o gamberetti e spesso la tropomiosina di questi esseri viventi si trova anche negli acari della polvere e possono dare reazioni crociate e cioè, chi è allergico agli acari della polvere può avere allergia alle sostanze sopra citate.
Un'altra possibile causa può essere dovuta all'Anisakis symplex, un verme presente nel pesce, crostacei e molluschi (specialmente nel pesce azzurro).
Il colorante rosso che viene utilizzato per rendere il gambero rosso, può dare allergia.
Il paziente deve essere predisposto alla allergia.
Le allergia non vengono MAI da un giorno all'altro.
L'intestino irritabile come è stato diagnosticato?
E' stata esclusa una celiachia atipica dell'adulto.
Esistono altre diverse malattie intestinali che vanno comunque diagnosticate o escluse.
Esistono infezioni da Helicobacter Pylori dello stomaco?
L'intolleranza alimentare e la rara allergia alimentare vanno escluse eseguento dei test specifici.
Non è affatto finita perchè altre diverse problematiche possono causare disturbi simili a quelle da Lei descritti.
Da tutto ciò si evince quanto è indispensabile affidarsi ad uno specialista o specialisti seri per arrivare ad una conclusione diagnostica corretta.
Saluti.