Utente 142XXX
soffro di extrasistole da quasi 20 anni, dieci anni fa sono andato in fibrillazione atriale che poi e' rientrata da sola, a maggio di quest'anno ancora in fibrillazione atriale ma dopo 12 ore di flebo con ritmonorm mi hanno cardiovertito. Per 15 giorni dopo ho preso Almaritim (da segnalare che dopo 3 giorni dalla cardioversione ho cominciato a riavvertire extrasistole) poi sospeso per intolleranza farmaceutica visibile da rush cutanei. Mi veniva cambiata cura con ritmonorm ma dopo 15 giorni anche in questo caso rush cutanei, dopo visita allergologica cominciavo terapia desensibilizzante con antistaminico che mi ha portato a tollerare bene ritmonorm.A fine agosto sospendevo ritmonorm per problemi di digestione, da segnalare che in tutti questi mesi le extrasistole non sono mai sparite. Il mio cardiologo mi ha fatto tutti gli esami del caso (elettrogardiogramma-esame sotto sforzo) da cui risultava un cuore sanissimo. In ottobre mi veniva messo Holter e durante le 24 ora avvertivo circa 15 extrasistole ma dal tracciato non risultava assolutamente nulla.
A tutt'oggi mi e' stata consigliata di fare gastroscopia in quanto da anni ho problemi di stomaco e si sospetta che faccia da spina irritativa.
Ringrazio infinitamente per l'attenzione che spero mi diate e colgo occasione per augurare un felice 2010

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Scusi ma non ho capito quale è la domanda!
Il Suo racconto è comunque abbastanza incompleto: non fornisce dati circa le misurazioni all'ecocardiogramma, nè descrive abitudini di vita (fumo, alcool, altro). In linea di massima, da quanto ha esposto (due episodi di fibrillazione atriale in dieci anni) sembra trattarsi di "lone fibrillation" cioè episodi isolati ed autolimitantisi in cuore peraltro sano, e come tale non suscettibili di trattamento farmacologico. Ripeto però che questa diagnosi va presa con tutte le cautele del caso, considerando che viene posta a distanza e su dati riferiti.
Infine, il dato dei 15 episodi di cardiopalmo accaduti in corso di registrazione ECG Holter, ma non corrispondenti in realtà a turbe del ritmo o abnormi variazioni della frequenza cardiaca ci lascia ancora più tranquilli.
Cordiali saluti