Utente 304XXX
Buongirno
Il mio dermatologo mi ha diagnosticato,una balanopostite smegmatica, dopo una analisi con un tampone, che ha escluso la candida.

Da premettere che con la mia fidanzata ci sono stati molti rapporti non protetti e lei dopo una visita ginecologica con apposite analisi non é stata rilevata nessuna anomalia all apparato vaginale: tutto normale. Poi ancora io sono stato operato di fimosi a 12 anni e da quel periodo che mi é stata diagnosticata la prima balanopostite, una volta curata la prima volta é ritornata, ma visto che non mi da alcun fastidio, (ho solo la corona del glande rossa tutto qui) non gli ho dato piú alcuna importanza fino a quando un andrologo mi ha diagnosticato una micosi dopo averci dato un'occhiata per qualche secondo. Quindi ho deciso di tornare dal dermatologo.

Il mio dermatologo mi ha prescritto Biogena dermo liguido Ph 5 a base di acil-glutammati, una volta al giorno e Balanil gel 2 volte al giorno, per 40 giorni Ma vedo che il rossore alla corona dopo il lavaggio col sapone il rossore aumenta leggermente, poi dopo aver messo Balanil il rossore diminuisce. Sono passati 20 giorni ma non vedo effettivi miglioramenti se non una leggera diminuzione del rossore.

Secondo voi cosa dovrei fare? Aspettare la fine dei 40 giorni e vedere cosa succede o agire giá da ora con quale prodotto o con quale altra anilisi?

Grazie da ora

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente:
il termine "balanite smegmatica" (un pò insolito in verità) può significare una semplice irritazione, non certo una infezione: lo smegma ovvero il prodotto complessivo delle cellule di sfaldamento della mucosa balano-prepuziale e del glande assieme alle secrezioni ghiandolari, da solo non può recare alcuna infezione, ma essere il sintomo di inesatta detersione, da cui potrebbe dipendere una flogosi irritativa da germi comuni.

Se il sintomo persiste però sarebbe opportuno cercare di capire se questa balanite è connessa con talune infezioni MST (Malatite sessualmente trasmissibili) o altro ancora.

rinnovi i contatti con il suo dermatologo.
Saluti
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore a mio parere la terapia prescrittale è assolutamente corretta e sufficiente vada avanti serenamente fino a conclusione del ciclo. Ciò che descrive ovvero un aumento del rossore dopo l'applicazione del prodotto è probabilmente risultato dell'applicazione immediata, i risultati si vedono appunto dopo 30-40 gg. Una accurata igiene intima dei genitali magari con prodotti detergenti neutri come il Fisian, eviterà in futuro il ripetersi dell'accumulo di smegma che di per sè non arreca infezione ma predispone l'infezione da parte di altri patogeni opportunisti.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
le baslapostiti sono degli eventi piuttosto frequenti nel maschio, anche in assenza di rapporti sessuali. In genere, fatte salve quelle causate da microrganismi come la candida, sono di natura irritativa, iniziate a volte non si sa come e che si perpetuano anche per lo smegma, certo, ma anche per il ristagnio di urina (chi ha un cappuccio prepuziale ridondante e non riesce a lavarsi dopo ogni minzione ), una detersione inadeguata (sulle mucose irritate un sapone a ph acido non è molto indicato) ed altri fattori come il trauma tipo il grattamento in risposta allo stimolo del prurito da irritazione
Necessita una visita e molta pazienza.
Saluti
DR. Mocci
[#4] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottori per i consigli.

Se un sapone a ph acido é poco adeguato cosa mi consiglierebbe di usare? Il balanil gel va bene? Devo fare ulteriori analisi per vedere cosa causa il rossore alla corona del glande?
Vorrei sapere perch~ho preso di nuovo appuntamento con il dermatologo (un altro) e almeno non sarò "analfabeta" e potrò dunque discutere con pazienza il mio problema.
Devo dirle che ho sempre avuto un glande sensibile (sin dall' operazione di fimosi) quindi la pulizia del glande é stata scarsa.

Vi ringrazio da ora per qualche altro consiglio che mi potrebbe autare durante la nuova visita dermatologica.

Grazie