Utente 915XXX
Gentili Dottori,
cercherò di essere chiaro e di non dilungarmi troppo (per quanto difficile..): sono un uomo di 28 anni, non sovrappeso, in buona salute generale e soffro di extrasistolia da diversi anni. Ho scritto diverse volte su questo sito (se avete la possibiltà di visualizzare i miei messaggi precedenti potrete farvi un'idea dei miei dubbi e delle mie preoccupazioni in merito). Brevemente..gli esami a cui mi sono sottoposto durante questi anni (diversi elottrocardiogrammi, una prova da sforzo, un eco, e 2 Holter) hanno riscontrato (fortunatamente) esito negativo. Cioè, il mio cuore è risultato sano. I 2 Holter registrarono poche extrasitoli (la maggior parte delle quali singole, sia sopraventricolari che ventricolari, e forse qualche coppia e pochi battiti mancati (che non so cosa siano..)). Tali extrasistoli le sento chiaramente (avendo ben presente la differenza tra extrasitole e palpitazione). Basti pensare anche semplicemente al fatto che (con le dita sul polso o sulla carotide) la sensazione di vuoto al petto o di battito mancato, corrisponde effettivamente a delle irregolarità. E vorrei che Voi rispondeste ai miei quesiti avendo ben presente questo punto, cioè il fatto che quelle che io avverto sono in realtà extrasitoli e non palpitazioni. Non v'è alcun dubbio su questo. Ora..io sto cercando da tempo di capire (data la buona condizione del mio cuore) da cosa dipendano tali extrasitoli. E mi sono reso conto che effettivamente ad una diminuzione delle sigarette, spesso (ma non sempre) corrisponde una diminuzione delle extra (o almeno di quelle da me percepite..). Il fatto è che non sempre nelle giornate in cui fumo di più, ho effettivamente più extrasistoli. Ed alcune volte, pur avendo fumato in giornata pochissime sigarette, queste mi vengono comunque. Cercherò di spiegarmi meglio: in alcuni casi il "legame" tabacco-extrasistoli sembra chiaro. Altre volte no! Secondo Voi, per attribuire la "colpa" al tabacco, dovrebbe verificarsi sempre la relazione + tabacco = + extrasistoli? (e ovviamente - tabacco = - extrasistoli). Cioè, il fatto che non si verifichi sempre cosa significa? Forse che non sono le sigarette la causa? ma altro? E poi, spesso mi è stato detto che sarebbero state passeggere, ma in realtò dopo 4/5 anni ci sono ancora, quasi quotidianamente. E' teoricamente possibile che durino tutta la vita (senza danni..)?
Grazie. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Caro amico di Taranto, ha mai sentito parlare di un cane che si insegue la coda? Smetta per sempre di fumare, una buona volta. E cerchi di finire tutte quelle sue elucubrazioni. Il fumo è un veleno, e lei è lì a cercare di assolverlo. Ma che senso ha? Cordiali saluti.