Utente 116XXX
Gentili dottori,
ho 20 anni e da circa 2 mesi mi sono accorto che la sera intorno alle 21 o 22 la mia temperatura corporea sale raggiungendo i 36,8°C-37°C, rimanendo a questi valori per circa un'ora, un'ora e mezza per poi diminuire (tornando a 36,5°-36,3°). Il giorno ho una temperatura media di 36°C (in questo momento, ore 18.30 misura 36,3°C). Sono molto ansioso riguardo a queste cose. Il mio medico dice di non preoccuparsi ma dopo gli ultimi tempi non credo dia gran peso a quello che dico o che sento nel mio corpo (ultimamente sono stato un pò assillante, tanto che ho deciso di andare in analisi per cercare di liberarmi da questa asfiassiante ipocondria).
Secondo voi è opportuno approfondire le cause di questa presunta febbricola se così la si può definire? Aggiungo inoltre che poche settimane prima di accorgermi di questo "rialzo"(forse ce lo avevo anche prima, chi lo sà?) avevo avuto febbre con le placche alla gola, curate con gli antibiotici (una tonsilla è rimasta tuttavia ingrossata anche se non mi da fastidio).
Vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, già le parole del suo Medico curante, sarebbero dovute essere d'aiuto per tranquillizzarla, tuttavia se volesse andar a fondo alla questione; le basterà eseguire degli esami bioumorali con particolare attenzione all'emocromo, all'elettroforesi delle proteine e agli indici di flogosi (VES, PCR, Fibrinogeno).
In caso di risultati negativi, ma di persistenza della condizione che tanto la infastidisce, e che in teoria non è considerabile neanche febbricola, ma tutt'al più come temperatura sub-febbrile, si vedrà.
Molto Cordialmente