Utente 111XXX
Salve, dopo alcuni mesi volevo aggiornarvi sulla situazione che purtroppo è precipitata:le ferie non hanno minimamente aiutato a risolvere la situazione (che ripeto,per me rientra nella perfetta normalità),in quanto io ho continuato (e continuo)a non nutrire alcun interesse sessuale per mia moglie (pur volendole bene),anzi il sesso è proprio l'ultimo dei miei pensieri (masturbazione compresa);quando le mie energie non sono prese dal lavoro,predilogo leggere il giornale,guardare la televisione o semplicemente fare passeggiate o escursioni.Quindi purtroppo ha ragione mia moglie quando dice che non sfrutto nemmeno le piccole occasioni per stare con lei:nei suoi confronti ho altri tipi di attenzioni (messaggi,fiori a volte)ma non mi sfiora veramente mai l'idea di un qualsiasi tipo di approccio sessuale.Il mio medico di famiglia mi ha prescritto una confezione di viagra per vedere se qualcosa cambiava,e dopo eventualmente una visita andrologica.Il viagra l'ho provato una volta sola in quanto poi i rapporti con mia moglie si sono deteriorati a tal punto che proseguire non avrebbe avuto alcun senso. Purtroppo sono gli stimoli sessuali che mi mancano completamente.
Il problema "secondario" mai accennato prima,è invece che mia moglie dice che ho un problema fisico:ossia durante l'erezione il glande non mi si è mai scoperto naturalmente,e quelle rarissime volte che è capitato (parzialmente) per sbaglio (in seguito a manovre "azzardate")ho provato un tremendo fastidio,quasi dolore.Mia moglie dice che non è una situazione normale,che dovrebbe scoprirsi senza problemi e senza dolore,secondo me è normale invece provare fastidio,perciò ritengo che avere un rapporto sessuale con glande completamente coperto sia perfettamente normale.Inoltre finchè usavo il preservativo ho sempre eiaculato senza problemi (seppur con quantità modeste);poi abbiamo deciso di non usare più precauzioni per poter avere un bambino,ma senza preservativo ho provato un fortissimo fastidio durante la penetrazione perchè sentivo che la pelle tendeva ad abbassarsi e non sono riuscito per un po' ad avere rapporti completi normali;solo dopo alcuni mesi mi sono "abituato"alla nuova situazione e il fastidio non c'era più (tuttavia sempre a glande rigorosamente e completamente coperto).Purtroppo però anche in assenza di fastidio non sono più riuscito ad eiaculare e secondo mia moglie si spiega con la mia volontà inconscia di non volere figli (è soprattutto lei che spinge per questo). Mia moglie continua ad insistere che secondo lei non è normale per un uomo della mia età non avere MAI alcun desiderio/impulso sessuale,e dal momento che questo pregiudica la sua gratificazione e felicità in seno alla coppia,nonchè la possibilità di concepire un figlio (2-3 rapporti/mese) si sta facendo l'idea di aver sposato l'uomo sbagliato.
Potete gentilmente a questo punto darmi un vostro parere su quanto sopra descritto? Grazie ancora...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quel glande andrebbe visti dal vivo, sospetto una fimosi, ma di opiù non posso dire via e.mail. Lo scarso desiderio può derivare da alterazioni ormonali (scartate dal dosaggio http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=91558) ovvero psicogeni o prostici,. Ne parli col collega.