Utente 138XXX
DA ANNI SOFFRO DI DEPRESSIONE MISTA RICORRENTE ED ASSUMO:

-MATTINA: 2 CMP ZOLOFT 50 + 1 DEPAKIN CHRONO 300
-SERA: 1 CMP DEPAKIN CHRONO 500

PURTROPPO SIA PER LE MEDICINE CHE PER PROBLEMI COSTITUZIONALI/GENETICI SOFFRO DI RITENZIONE IDRICA ALLE GAMBE E BRUCIO POCO GRASSI E ZUCCHERI.

E' POSSIBILE ASSUMERE QUALCHE COMPOSTO (ANCHE ERBE) CONTRO LA RITENZIONE IDRICA E SGONFIARMI UN PO' O AIUTARE IL MIO FISICO A BRUCIARE UN PO DI' PIU' ZUCCHERI/GRASSI?

C'E' QUALCHE COMPOSTO CHE MI POSSA AIUTARE A STARE PIU' IN FORMA CHE NON DIA TROPPI PROBLEMI CON LA MIA CURA???

SPERO CHE QUALCOSINA CI SIA... GRAZIE MILLE

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Depressione mista ricorrente = Disturbo Bipolare

Quale sarebbe questa condizione costituzionale-genetica che corrisponde ad un metabolismo alterato ?

Perché in ogni consulto ricorre questa idea dei prodotti "naturali" applicata a problemi vari ?

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
SI ESATTO IL MIO DISTURBO E' BIPOLARE,
IO TENDO ALLA RITENZIONE IDRICA (GAMBIE GONFIE) E NON BRUCIO MOLTO...E' UN PROBLEMA CHE MI PORTO DALL'ADOLESCENZA.
HO LA TENDENZA AL SOVRAPPESO (QUALCHE CHILO) CONCENTRATO SULLE GAMBE.

IN PIU' LE STESSE MEDICINE CHE ASSUMO (ANTIDEPRESS.)
TENDONO AD AUMENTARE IL PESO, E' OPINIONE COMUNE CREDO ORMAI CHE GLI ANTIDEPRESSIVI AUMENTINO IL PESO..

LO ZOLOFT AUMENTA IL PESO CHE LEI SAPPIA? (AL MIO DOSAGGIO)
ED IL DEPAKIN?(NEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO C'E' SCRITTO DI SI'...)

PARLO DI ERBE E PRODOTTI NATURALI PERCHE' PENSO CONTRASTINO MENO IL LAVORO DELLE MIE MEDICINE..

E SO' CHE VOI PSICHIATRI QUANDO SI PARLA DI ASSOCIARE AGENTI PER LA PERDITA DEL PESO ED ANTIDEPRESSIVI DITE DI LASCIAR STARE PER QUESTO PARLO DI COSE NATURALI..

SE LEI SA DI MEDICINE OD INTEGRATORI CHIMICI FARMACEUTICI CHE NON PREGIUDICHINO LA MIA CURA ANCORA MEGLIO!!!!!!!!

PURTROPPO E PENSO SIA UN PROBLEMA DI MOLTE PERSONE CHE ASSUMONO ANTIDEPRESSIVI,
CONCILIARE QUESTI FARMACI CON QUALCHE PRODOTTO DI AIUTO PER RIMANERE IN FORMA (ES. ASSIMILARE MENO, BRUCIARE DI PIU', CONTRASTARE RITENZIONE IDRICA)ANCHE SOLO UNO!!!
NON E' FACILE...
VOI MEDICI DI SOLITO DITE DI LASCIAR STARE MA PER UN DEPRESSO CHE POI INGRASSA E' ANCORA PEGGIO, LE DUE COSE SI AUTOALIMENTANO...E SI CREA SENSO DI COLPA ETC ETC.

PUO' INTERESSARSI SE C'E' QULCOSA CHE
AIUTI UN PO' I MIEI PROBLEMI SENZA ALTERARE LA MIA CURA??

LA RINGRAZIO PER L'ATTENZIONE
CORDIALITA'
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

lei parla di una tendenza a..ritenzione e sovrappeso. Ma sono due cose diverse, l'acqua no è grasso, quindi eviterei di accomunare queste due cose solo perché la bilancia segna di più in entrambi i casi.
I farmaci "possono" indurre aumento di peso, ma anche lo stare meglio può produrre aumento di peso.
Non esistono prodotti per il controllo stabile del peso. Lei può andare da un nutrizionista, che le consiglierà un regime alimentare non di DIETA nel senso di privazione, ma quello adatto a eventuali sue anomalie metaboliche, così' da offrirle vantaggi senza costringerla a privarsi di una normale alimentazione.
Il medico ha ragione a dirle che non ci sono prodotti da aggiungere "per perder peso" in termini così generali, quando lo si fa è perché in realtà si usano per le loro proprietà psicofarmacologiche e poi fanno "meno" ingrassare o addirittura in qualcuno fanno perdere peso.
In più avere cinque chili di meno non è un problema medico serio come prevenire il decorso di un disturbo bipolare, quindi non si può compromettere l'efficacia del trattamento per rincorrere una possibile perdita di peso, e soprattutto senza garanzie che poi il peso non riaumenti. Si faccia consigliare da un nutrizionista, o da un endocrinologo, o da un medico dello sport se fa attività sportiva, ma faccia dare un nome a questa sua condizione, che in questi termini non si capisce cosa sia.
[#4] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
INFATTI LA COSA PIU' IMPORTANTE E' NON COMPROMETTERE LA MIA TERAPIA SALVAVITA CONTRO LA MIA SINDROME.

CHIEDERO' AL MEDICO DI BASE COSA NE PENSA,
SE FARE ESAMI SPECIFICI PER METABOLISMO O SE PENSA SIA RITENZIONE COSI' SAPREMO MEGLIO.

POI MI RIVOLGERO' AD UNO SPECIALISTA COME DA LEI SUGGERITOMI, IN BASE ALLA RISPOSTA DEGLI ESAMI E PARERE MEDICO.
GRAZIE DOTTORE PER LA SUA CONSULENZA MOLTO ESAURIENTE
SALUTI