Utente 142XXX
Buongiorno,da circa 5 mesi il mio compagno accusa lancinanti FITTE sia al lato destro che al alto sinistro del PETTO,con MANCANZA DI RESPIRO,GIRAMENTO DI TESTA(più recente).E'un uomo adulto,età 43,mangia e beve di tutto,fumatore,tipo ansioso.Gli attacchi vengono la notte(nel'ultimo mese OGNI NOTTE)mentre dorme e durano per qualche minuto.Di giorno avvengono sporadicamente.Sono cominciati in maniera lieve e diventano sempre più frequenti e dolorosi.Inoltre lui ha prolasso alla valvola mitrale.Ora.Vorrei capire se questi sintomi sono imputabili al prolasso?Quali potrebbero essere le cause di questi sintomi?Quali esami dovrebbe fare?Grazie anticipatamente pr la vostra attenzione.Attendo speranzosa una vostra risposta,sono molto preoccupata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prima di tutto, il prolasso della mitrale non c'entra assolutamente nulla.
Detto questo, visti i fattori di rischio che Lei ha elencato, è il caso che il Suo compagno si faccia visitare da un cardiologo che, nel caso lo ritenga necessario, lo sottoporrà agli esami che riterrà opportuni. In ogni caso, una regolata allo stile di vita (fumo, mangiare e bere "di tutto") non potrà che fargli bene.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Dottor Fedi,la ringrazio per avermi rassicurata sul prolasso inanzitutto.Ho creduto infatti che fossero sintomi d'infarto.Sicuramente una regolata è d'obbligo.Ma,a rischio di risultare pedante,le chiedo nuovamente:queste fitte,con capogiri e anomalia nel respiro,affanno,come se gli mancasse l'aria,eventi esclusivamente notturni da cosa potrebbero derivare secondo lei?Grazie ancora.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dalla descrizione dei sintomi una causa cardiaca appare abbastanza improbabile, anche se non del tutto impossibile.
Rinnovo perciò il consiglio di sottoporre il Suo compagno ad una visita specialistica cardiologica.
Comprenderà che on-line non è proprio possibile essere più precisi.
Cordiali saluti