Utente 154XXX
Salve,

è un po difficile esporre per me il mio problema, ma in sintesi mi masturbo piu volte al giorno tutti i giorni da tanti anni con una media di 2/3 volte al giorno

Vorrei sapere se questo comportamento, dati i miei 29 anni di eta, sia un comportamento normale o deleterio per il mio fisico.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

ma da chi ha ricevuto queste informazioni-sensazioni sulla masturbazione?

La informo che oggi la masturbazione è considerata sempre e soprattutto in un giovane, l'inizio ed il modo per fare le "prove generali" che gli permetteranno poi di manifestare e "praticare", senza problemi ed inutili ansie, tutte le varie e diverse manifestazioni che caratterizzano una regolare attività sessuale.

Il suo problema è quello di essersi forse fermato a questa tappa; comunque per sdrammatizzare le sue "paure" le posso dire che la sua visione della sessualità umana non corrisponde più alle più correnti ed aggiornate visioni scientifiche e culturali .

Le sue "paure" sono posizioni considerate "positive" oggi forse solo da alcune sette religiose molto "ortodosse".

Per esasperare un pò la mia posizione, che corrisponde per altro alla posizione della maggior parte dei medici, le ricordo un recente studio pubblicato da un gruppo di ricercatori statunitensi, coordinati dal National Cancer Institute che ha studiato l'eventuale rapporto tra frequenza di eiaculazioni e rischio di tumore alla prostata.

Per eiaculazioni si intendono qui naturalmente sia quelle ottenute attraverso rapporti sessuali, emissioni notturne oppure masturbazioni.

In questo studio sono stati analizzati i dati dell’Health Professionals Follow-up Study negli anni tra il 1992 e il 2000 che riguardavano 29.342 uomini; nel corso di questo "controllo" su un ampio numero di uomini è emerso che ci sono stati 1.449 casi di carcinoma della prostata.

In questo studio, e questo dato la può interessare, è stata messa in evidenza come una più alta frequenza di eiaculazioni era associata ad un più basso rischio di tumore alla prostata.

Sono dati che devono essere ancora confermati ma, tant'è, danno un'indicazione di come una "buona" attività sessuale sia positiva anche per altri aspetti importanti della nostra salute.

Infine questo studio dimostra come gli atteggiamenti sessuofobici che hanno caratterizzato un pò tutto il XIX° e parte del XX° secolo siano oggi un pò anacronistici, soprattutto presso le persone più informate.

A questo punto consulti il suo medico di famiglia che, esaminato in prima istanza il suo problema, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica o psicologica.

Un cordiale saluto.