Utente 143XXX
Gentile dottore, sono la mamma di un ragazzo di 13 anni a cui è stata diagnostiscata la sindrome di wpw posteriore, il cardiologo che lo sta seguendo mi ha consigliato di sottoporlo all'ablazione, vorrei cortesemente sapere quali sono i rischi a cui si può andare incontro sottoponendosi all'intervento e quanti giorni sono di convalescenza e come deve essere svolta.Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
124310

Cancellato nel 2010
wpw posteriore??? Ma è sicura che le abbiano detto così. Bisogna innanzitutto definire il grado di gravità del wpw. Infatti non tutti i wpw sono mortali. Spesso infatti non sono associati ad aritmie potenzialmente mortali. L'ablazione consiste nel "bruciare" il fascio accessorio che conduce gli stimoli elettrici in maniera anomala però i rischi sono molti. Inoltre a volte di fasci ce ne sono più di uno e spesso sembrano inattivati in un primo momento ma a distanza di mesi si fanno risentire. Si faccia illustrare dal cardiologo che segue suo figlio quali alterazioni aritmiche sono state riscontrate tanto da indurre a proporre l'ablazione.