Utente 243XXX
Buongiorno tempo fa vi chiesi un consulto sugli inibitori della pde5 visto che ero in procinto di farmeli prescrivere dal medico di base per problemi di erezione e di un sospetto problema di fuga venosa visto che in mancanza di stimolazione il pene mi si affloscia in pochi secondi e a causa di cio' non riesco neanche a usare il preservativo proprio perche' mentre lo infilo manca la turgidita'.Mi sono fatto prescrivere levitra 20mg e ne ho assunta meta'pastiglia( 10 mg) un paio d'ore prima del rapporto a stomaco vuoto come indicato nel foglietto illustrativo.I risultati sono stati eccellenti come erezione addirittura meglio del viagra che avevo gia' utilizzato in passato,il problema riguarda l'orgasmo che non si forma e non avverto quella scarica che si crea prima dell'eiaculazione e lo stesso problema ce l'avevo anche col viagra.Chiedo se e' un effetto collaterale del farmaco anche perche' quando ho rapporti senza nessun farmaco (negli ormai rari casi in cui ci riesco)l'eiaculazione si presenta puntualmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si, la Sua intuizione corrisponde alla realtà.
L'uso della categoria di farmaci di cui stiamo parlando può comportare in alcunio soggetti un ritardo dell'orgasmo e dell'eiaculazione, anzi in alcuni casi ben determinati addirittura l'assenza dell'orgasmo e della eiaculazione.
Questo è uno dei tanti motivo per cui tali farmaci debbono essere prescritti da Specialisti Andrologi, dopo una accurata valutazione clinica e strumentale del paziente.
Consulti il Suo Andrologo.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
concordo
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Effettivamente in determinati casi questi farmaci vengono da noi prescritti al fine di limitare il fenomeno dell'eiaculazione precoce, in quanto hanno un enorme valore vasoattivo e determinano un migliore e più regolare afflusso di sangue ai corpi cavernosi, facendo così una sorta di ginnastica riabilitativa.
E' sempre bene ricordare questi farmaci vengono però utilizzat solo dopo una accurata valutazione medica (vedi problematiche cardiache) e solo se c'è una vera indicazione fornita dallo specialista urologo/andrologo.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a margine una nota: si tratta di farmaci molto costosi...e se non fossero in casi specifici nemmeno non dico utili ma necessari?
Spero che gli autoprescrittori di questa classe di farmaci ci pensino a questo aspetto non di poco conto.
Ancora affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO.
[#5] dopo  


dal 2008
Dott.Martino non ho capito cosa intende dire ...e se non fossero in casi specifici nemmeno non dico utili ma necessari?mi perdoni non riesco a capire
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non sono stato chiaro e me ne dispiace.
Intendevo dire che, a prescindere dal Suo caso specifico che non conosco e non posso quindi valutare, molti uomini chiedono, talvolta in maniera anche pressante, prescrizioni dei farmaci di cui stiamo parlando senza che ve ne sia una effettiva e comprovata (dall'Andrologo!) necessità! E sia chiaro che il controllo va esteso non solo ai Medici ma anche ai Farmacisti...
Ora, sottolineato l'estrema pericolosità di un'assunzione non controllata di questi farmaci, pericolosità che può arrivare a compromettere l'esistenza stessa (vedi le notizie recenti su tutti i quotidiani nazionali!), sottolineavo anche il non trascurabile impegno economico verso una terapia che magari risulterebbe al controllo clinico inutile o inefficace. Questi farmaci non sono miracolosi!
Spero di aver chiarito.
Ancora affettuosi auguri per tutto
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  


dal 2008
Da 5 mesi circa sto usando levitra 10mg per problemi di disfunzione erettile,il farmaco funziona anche se adesso senza il prodotto non riesco piu' ad avere rapporti cosa che in precedenza ogni tanto accadeva.il prodotto inoltre mi ha fatto ricomparire le erezioni spontanee al mattino che erano scomparse.mi sto ponendo un problema,io ho 31anni e usandolo a vita non so cosa potra' succedere all'apparato vascolare e se ad un certo punto potrebbe non funzionare piu'.ho sentito parlare di protesi peniene possono dare danni alla fertilita'?anche perche' non ho figli e ho intenzione di averne,inoltre ho sentito di gel che non ci sono nelle farmacie italiane che avrebbero un effetto simil viagra da spalmare sul pene,vorrei un consiglio
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
se mi consente una facile battuta "Lei sente troppe cose"...e non ha fatto la migliore...cioè consultare un Andrologo.
Occorreva una diagnosi. Occorreva una terapia.
Siamo ancora in tempo, a 31 anni.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  


dal 2008
Di ciarlatani che si fanno pagare 120 150 euro a visita ne ho consciuti 3 e tutti mi hanno detto la stessa cosa viagra viagra viagra....senza fare nessuna indagine strumentale tipo regiscan ecc. cose che ho scoperto tramite internet.uno addirittura mi ha prescritto testogel 50mg che mi ha fatto ingrassare di 10kg e mi ha aiutato solo a farmi qualche sega in piu',sto valutando di rivolgermi a qualche altro specialista in altre discipline tipo endocrinologia
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
purtroppo può capitare... l'ho scritto tante volte.
L'importante è ravvedersi in tempo e prendere le opportune precauzioni. Tenga presente che esiste un Ordine dei Medici...un Tribulanale dei Diritti del Malato, insomma...il cittadino "malato" non è abbandonato dalle Istituzioni...
Non posso che continuare a consigliarLe una visita Andrologica, questo in tutta coscienza mi sento di scrivere.
Le faccio affettuosi auguri per tutto
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO