Utente 142XXX
Buonasera, Vi scrivo per sottoporVi il mio problema:
A marzo del 2009 ho iniziato ad avere alcuni dolori al lato sx sotto l'ascella, e se premevo si accentuava il dolore, annessi a questi dolori avevo anche dei giramenti di testa; quindi il medico mi ha fatto eseguire TAC al torace, ECG, ed ecodoppler al cuore tutti risultati negativi, siamo arrivati a dedurre che avevo la pressione alta e per un paio di mesi ho preso una pastiglia per abassare la presssione, pastiglia che a maggio ho interrotto a causa di giramenti di testa poco dopo l'assunzione, mi sono poi sopraggiunti dolori cervicali e mal di testa, che tutt'ora ho a novembre poi ho avuto un dolore forte alla schiena per un giorno quasi da non poter respirare, passato quel dolore si sono ri-manifestati i dolori al lato SX molto più forti dei primi e quindi ho fatto due volte un ECG, TAC al torace, esami del sangue, ECG sotto sforzo ed ecodopller dei vasi sangiugni inferiori in quanto questi sintomi si manifesatavano quando mi sdraiavo ed oltre al dolore avevo formicolio a mani e piedi, sempre fortunatamente tutti negativi; dopo un pò di antidolorifici (tra cui l'ultimo il TORADOLL) preso per 7 gg due volte al gg per 20 gocce il dolore al lato SX era passato, ma da circa 20 gg sono ri-comparsi non sempre ma dipende dai giorni a volte deboli altre volte invece abbastanza dolorosi ma che non interessano solo il lato SX ma anche la parte centrale e il lato DX, mai tutti assieme ma si alternano se così si può dire. Da notare che una volta smesso di prendere tutti gli antidolorifici ho iniziato ad avere problemi digestivi, mi sento come un peso sull'esofago che passano soltanto credo dopo aver digerito.
Cosa può essere, ogni volta che mi vengono questi dolori temo sempre sia il cuore e inizio ad agitarmi.
Sabato poi purtroppo mi sono dovuto recare in pronto soccorso perchè i dolori al petto e al lato sx non passavano o meglio si facevano intensi, poi diminuivano e così via da due gg. In PS mi hanno fatto subito un ECG che è risultato normale, prelievo di sangue venoso che anche quello è risultato tutto nella norma, mi hanno fatto una flebo con contramal e un bicchiere di malox. Ora mi hanno prescritto una cura di contramal 3 volte al gg 20 gocce e un cucchiaio di malox due volte al giorno.I dolori sono diminuti ma comuqnue continuano a esserci, posso stare tranquillo che il cuore non c'entra? cosa potrebbe essere? che cure potrei prendere in considerazione.? Per concludere in quanto a visite oggi ho fatto una nuova visita che mi avevano consigliato in PS ovvero: ho fatto ecografia doppler transtoracica che è risultato tutto nella norma.Con il contramal ultimamente va leggermente meglio, i dolori non sono scomparsi ma sicuramente diminuti...Che dice posso stare tranquillo? I dolori da soli fanno male e alla digitopressione ancora di più. Questi dolori intercostali come possono migliorare e scomparire?Grazie ancora per le Vs. risposte. Attendo una Vs. risposta sperando non sia nulla di grave.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
Dalla storia descritta, con i limiti di un consulto online, non sembrerebbe una problematica cardiologica ma un dolore della parete toracica (cosiddetto "dolore intercostale"),soprattutto per l'aumento di dolore alla pressione, che in genere esclude problematiche di tipo gastrico. Le terapie anti-dolorifica ed anti-infiammatoria (che al momento NON sta facendo, il Contramal è solo antidolorifico) sono i cardini della terapia di questo tipo di disturbi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dr. Paolo Scanagatta, la ringrazio per il consulto che mi ha dato, in realtà io sto ancora prendendo il CONTRAMAL, ma i dolori sono sempre presenti, non se ne sono ancora andati, ed è ormai da due mesi che continuano a volte più forti altre volte più deboli e mi stanno rendendo le giornate veramente dure per non parlare che di notte pur essendo stanco ed avendo sonno mi sveglio nel cuore della notte con dei dolori che non mi fanno dormire per ore...
Oltre al Contramal che terapie si potrebbero valutare?
Che ne sò Cure termali, acqua termale o che altro?
Io svolgo anche un lavoro che mi porta a rimanere al freddo per parecchie ore e sopratutto a fare sforzi sono controindicati? Che potrei fare?
Grazie ancora per chiunque voglia rispondermi.
[#3] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
La aggiorno sull'ultimo sintomo riscontrato oggi ovvero un dolore improvviso e forte appena più su del centro della schiena, da notare che non stavo o non ho fatto nessuno sforzo quest oggi...dolore abbastanza forte accusato alle 12.30 poi ho preso 20 gocce di contramal e ora il dolore è diminuito ma non scomparso.... Che potrebbe essere? Grazie in anticipo per i consigli che vorrete darmi.
[#4] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

bisognerebbe capire meglio (e purtroppo penso sia impossibile senza visitarla), quali movimenti e manovre provocano il dolore, per escludere possa trattarsi di un problema della colonna dorsale: in questo caso gli specialisti d'elezione sono ortopedico/neurochirurgo e il fisiatra; inoltre sarebbe utile che eseguisse una gastroscopia, esame fastidioso ma utile per rilevare in maniera chiara l'eventuale presenza di un problema esofageo o gastrico (si capisce dalla terapia che assume e dal tipo di sintomi che questa possibile diagnosi è già stata presa in considerazione e, probabilmente, varrebbe la pena di approfondirla).

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Egr, dottore grazie per la risposta, per quanto riguarda i movimenti o le manovre che provocano il dolore non ce ne sono di preciso perchè mi capita durante la giornata lavorativa mentre sono seduto alla scrivania oppure mentre sono steso a letto a rispono.... Che mi può dire?
[#6] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Confermo, con ancora più vigore, quanto scritto nel post precedente.

Buon fine settimana.
[#7] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Ultimi aggiornamenti: ho fatto anche una TAC con risonanza dalla quale è risultato che è tutto aposto dal punto di vista polmonare.
Il medico allora a concluso che i miei siamo dolori NEVRALGICI, voi che ne pensate? come si possono curare?
[#8] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

alla luce dei riscontri radiologici, il parere del suo medico è condivisibile.
Andrebbe sempre indagata la colonna dorsale (per es. con una visita ortopedica, per iniziare); per quanto riguarda la terapia esistono farmaci attivi sui nervi periferici (una visita da un medico terapista del dolore la indirizzerebbe al meglio).

Cordiali saluti