Utente 274XXX
Egregi dottori,

mia madre ieri sera ha avuto un'attacco di tachicardia, aveva i batteti del cuore molto veloci e un dolore sulla parte destra del collo fino a scendere giù vicino alle costole, abbiamo provato a misurare la pressione ma la pressione era immisurabile, preoccupati abbiamo chiamato il medico di turno il quale ha provato anche lui a misurare la pressione ma senza successo, era sempre immisurabile. A questo punto gli ha dato una mezza pastiglia e gli ha praticato un massaggio tracheale (credo) gli massaggiava il collo da entrambi le parti,facendoli fare dei respiri profondi ma la situazione non cambiava allora il dottore gli ha dato ancora mezza pastiglia penso sempre per rallentare i battiti. Dopo 10 minuti la situazione è migliorata, i battiti erano meno veloci, e la pressione era un' pò bassa ma misurabile, la glicemia era normale ma per sicurezza l'abbiamo portata al pronto soccorso dove l'hanno tenuta sotto monitoraggio per tutta la notte, ma per fortuna durante la notte non si sono verifacati episodi simili a quelli di ieri sera. Il medico che ha visitato mia mamma non ha saputo spiegarmi la ragione di questa tachicardia,ha accennato a delle cose ma è rimasto molto sul vago, e al pronto soccorso nemmeno, anche perchè al pronto soccorso c'era solo l'assistente del medico e lui ha detto che forse era meglio far visitare mia mamma da un cardiologo.
Mi sono dimenticato di dirvi che mia madre in passato ha già avuto questi attacchi, ha fatto dei controlli e non era emerso niente di anomolo, adesso erano 7 anni che non aveva più questi attacchi, quindi sono un'pò preoccupato, secondo voi alla base di quello che ho scritto di cosa si tratta? E che controlli andrebbero fatti per capire la causa di questa tachicardia? Spero di essere stato chiaro, vi ringrazio di cuore per una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Paolino Brindicci
24% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
La mamma ha sicuramente bisogno subito di un ecocardiogramma, Holter, ed eventuale studio elettrofisiologico. Oltre una routine ematochimica compreso gli ormoni tiroidei.
La prossima volta è opportuno che lei ci faccia sapere anche l'età della mamma....ed eventuali fattori di rischio se presenti. La saluto cordialmente, e...mi faccia sapere!!!
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio dottore per la risposta, mia mamma ha 47 anni e dalle analisi il livello di colestorelo hanno detto che è apposto, ma mi hanno detto che gli faranno un'analisi con una sonda entrando dal linguine per controllora se cè qualche problema alle coronarie, l'elettrocardiogramma era un'pò irregolare ed è per questo che vogliono fare questo tipo di esame, anche se comunque gli è stato detto che alle donne a volte capita di avere un elettrocardiogramma non proprio regolare, le chiedo quindi dottore che tipo di problema ci potrebbe essere alle coronarie o alle arterie? E se c'è è grave? come si potrebbe risolvere? E se invece fosse un problema alla tiroide, si potrebbe risolvere? A mi sono dimenticato di dire che mia mamma è una fumatrice max. 5 sigarette al giorno.
Vi ringrzio di cuore per un' eventuale risposta.

Saluti
[#3] dopo  
Prof. Paolino Brindicci
24% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
credo che sia un po' troppo esagerato far eseguire una coronarografia alla mamma senza aver effettuato indagini meno "invasive". E' assolutamente opportuno che consulti il suo cardiologo di fiducia prima di intraprendere questa strada. La coronarografia se eseguita da mani esperte non ha grandi percentuali di complicanze, ma è pur sempre un esame "invasivo".
[#4] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dottore, la coronografia ormai è già stata eseguita, comunque è andato tutto bene non è risultato niente di anomalo, secondo me a questo punto sarebbe meglio concentrarsi sulla tiroide, dato che ho letto su questo sito che la tiroide può causare tachicardia e tremore, le stesse cose che ha avuto mia mamma, e secondo lei dottore? Visto che a livello cardiaco non ha niente, potrebbe essere la tiroide la causa di questo problema? La ringrazio di nuovo per la disponibilità.
[#5] dopo  
Prof. Paolino Brindicci
24% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
immaginavo che risultasse negativa....ecco perchè insistevo nel non eseguire tale procedura!!! comunque oramai...
certo, un distiriodismo può provocare tale sintomatologia.
poi mi faccia sapere. La saluto.
[#6] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2007
Certamente dottore, la ringrazio per l'interessamento e per la disponibilità nel rispondermi, le auguro un buon fine settimana!

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2007
Buoa sera dottori, riallacciandomi al messaggio inviato il 21 aprile vorrei chiedervi ancora un vostro parere, purtroppo mia madre ha ancora avuto un episodio di tachicardia, con pressione immisurabile e abbagliamento della vista improvviso, con senzazione di "strangolamento", e' andata al pronto soccorso e gli hanno ancora ripetuto per l'ennesima volta la solita manfrina che dall'elettrocardiagramma non ce' nulla di anomalo per quanto riguarda il cuore, mia mamma gli ha accennato ancora a questa benedetta tiroide sotto consiglio del gentile Prof. Paolino Brindicci, ma loro insistono che non e' la tiroide, non so' poi su quale base dato che non non hanno fatto nessun tipo di esame alla tiroide, ma semplici analisi del sangue, vorrei chiedervi a questo punto a quale specialista potrei rivolgermi per cercare di capire che cosa provaca questa tachicardia, trovo al quanto scandaloso che dei dottori non avendo trovato nulla dopo esami accurati non indirizzino mia mamma da un'altro specialista, ma se ne fregano come per dire visto che non e' il cuore non e' un problema mio..cmq spero che mi possiate aiutare magari esprimendovi anche un vostro parere. Vi ringrazio di cuore.