Utente 143XXX
Buon giorno, mi è stata diagnosticata una prostatite da clamidia T.
Posso infettare mia moglie con solo rapporti orali scoperti?
Vi ringrazio per la cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
32% attività +32
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utent,
intanto una prostatite che ha come substrato solo la clamydia non credo sia possibile.
Non c'è alcuna trasmissione con i rapporti orali.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dottore, grazie innanzitutto per la risposta.
Putroppo ho avuto un rapporto a rischio extraconiugale e mi hanno diagnosticato una prostatite da clamidia dopo aver fatto tampone uretrale negativo e spermiocoltura positiva solo per clamidia. Premesso che mi asterrò dal compiere ulteriori atti di irresponsabilità, la mia preoccupazione è se posso aver trasmesso a mia moglie mediante rapporti orali non completi (attraverso il liquido prespermatico) il battere in oggetto.
Mi hanno prescritto 8gg di cura con BASSADO 100g due volte al dì. Sarà sufficiente?
Come faccio a datare l'infezione?
Posso averla da tanto tempo?
Perchè il venerolgo mi ha detto che la clamidia si trasmette anche attraverso sesso orale?
La ringrazio anticipatamente per la risposta e la cortesia.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
32% attività +32
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la doxiciclina che Le è stata prescritta è sicuramente una ottima terapia.
Riguardo alla prostatite ,difficile risponderLe sulla data di insorgenza non avendo ne parametri clinici ne anamnestici.
L'altra domanda è da porre al venereologo in quanto insisto che non vi è trasmissione e cmq a me pare che Lei stia dando molta troppa importanze e alla clamydia e alla prostatite tanto da ossessionarsi.
Non è così Clamydia e postatite sono curabilissimi
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
32% attività +32
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la doxiciclina che Le è stata prescritta è sicuramente una ottima terapia.
Riguardo alla prostatite ,difficile risponderLe sulla data di insorgenza non avendo ne parametri clinici ne anamnestici.
L'altra domanda è da porre al venereologo in quanto insisto che non vi è trasmissione e cmq a me pare che Lei stia dando molta troppa importanze e alla clamydia e alla prostatite tanto da ossessionarsi.
Non è così Clamydia e postatite sono curabilissimi
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille davvero.
Quindi
1) la clamidia posso averla contratta solo con rapporto vaginale o anche avendo ricevuto una fellatio da persona infetta? in altre parole il sesso orale è contagioso solo se la donna è infetta e mi pratica una fellatio?
2) per contagiare mia moglie dovrei avere solo un rapporto vaginale giusto? se lei mi pratica una fellatio scoperta non rischia nulla è corretto?
Grazie e scusi le domande e l'ignoranza in materia.

[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus
32% attività +32
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gen.le utente,
intanto la prostatite può averLa presa non necessariamente da rapporti orali o completi che siano.Basti pensare che tutto ciò che tocca lo trasmette poi sul pene sull'atto della minzione.
Riguardo la seconda domanda la rsposta è si.
Insisto a chiederLe di non dare tutta qs importanza alla clamydia che è ben poca cosa.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Volevo precisazioni. Perchè dice che do troppa importanza? dovrei preoccuparmi di altro? mi spieghi. Ho fatto a 50 gg dal rapporto arischio hiv1-2 p24, lue e epatiti a,b,c,.
Grazie mille ancora..
[#8] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
DOttore non mi risponde? mi ha generato un ansia terribile.... la prego mi risponda...
cosa vedrebbe oltre alla clamidia come conseguenza della prostatite? mi ha insinuato un dubbio che non riesco a capire...
[#9] dopo  
Dr. Roberto Mallus
32% attività +32
16 attualità +16
20 socialità +20
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
lungi da me procurarLe ulteriore ansia .
Le dicevo che essendo il tessuto prostatico un ottimo terreno di coltura , nella prostatite sono presenti un gran numero di batteri di poca importanza ( stafilococchi, enterococchi)che comunemente sono sulla pelle e non creano problemi e che quindi la clamydia per altro poco aggressiva
non è e non deve essere il solo obiettivo terapeutico.
Sono presenti , nella prostatite,batteri poco importanti non in grado di creare ascessi prostatici e penso che più che terapie antibiotiche molte volte sono più utili antiinfiammatori.
Tutto ciò per tranquillizzarla anche se mi accorgo ora di ottenere l'effetto contrario.
Ascolti il medico curante e vedrà che tutto si risolverà.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Buona sera dottore, grazie per la risposta e mi scusi se l'ho caricata di una responsabilità che non aveva... sono molto teso e spaventato ed in attesa dei fatidici giorni 100 per chiudere questo incubo relativo alla mia stupidaggine.
Tornando alla mia pseudo prostatite avvertivo e avverto un formicolio allo scroto non fastidioso ma più o meno presente. Oggi sono 4gg di cura e mi domandavo se alcuni sintomi tipo il formicolio, bruciore occhi e una sensazione di cattiva circolazione ai glutei non debbano finire se riconducibili alla clamidia... SOno molto spaventato perchè incerto e dubbioso su tutto. Non appena leggo qualcosa su internet ne avverto i relativi sintomi...
Altra domanda con questa cura debello solo la clamidia o anche la relativa prostatite?
Grazie e buona serata...