Utente 574XXX
Esattamente un mese fa mi sono sottoposto ad un intervento di frenuloplastica per via di una lieve brevità del frenulo.
Il decorso postoperatorio è stato ottimo, le visite di controllo non hanno evidenziato nessuna complicazione, se non lo screpolamento della pelle del glande dovuta, a detta dello specialista, all'anestetico topico usato nell'intervento.
Nessun dolore, nessun problema, tutto sembrava risolto per il meglio, anche masturbandomi (20gg dopo l'intervento) non riscontravo nessun problema.

Rincuorato, ho deciso di andare oltre, con un rapporto completo, ed ho riscontrato questo problema: a pene eretto la pelle scorre abbastanza agevolmente al di sotto del glande, ma mi impedisce di avere una erezione completa, massima per intenderci; se la riporto sopra al glande invece no, riesco ad avere un'erezione migliore, fastidiosa però nel penetrare, perchè la pelle tende a riportarsi sotto al glande, ripresentando la situazione di prima.

Sapete spiegarmi il perchè? E' passato troppo poco tempo dall'operazione? Si tratta solo di un fattore psicologico legato alla paura che ho di provare dolore?

Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

PS
Dopo l'intervento il Dottore che mi ha operato mi ha detto che a suo avviso la pelle del prepuzio era eccessivamente abbondante, e che forse avremmo dovuto operare con la circoncisione. Il mio problema però, prima dell'intervento, non era mai stata la pelle troppo stretta, ma la brevità del frenulo che mi impediva di scoprire il glande eretto. Non vorrei che questa perdita di efficacia dell'erezione sia dovuta ad una leggere fimosi, non riscontrata prima d'ora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Da qui si possono fare solo ipotesi; bisognerebbe proprio valutare direttamente per comprendere se si tratta, ad esempio, di una parziale incompetenza del prepuzio (la subfimosi che ipotizzava lei).