Utente 687XXX
Buonasera,
tra una decina di giorni sarò sottoposta ad un intervento di allungamento metatarsale al piede destro, della durata di circa un'ora.
Mi è stata prospettata la possibilità di scegliere tra due tipi di anestesia: una subaracnoidea selettiva, coinvolgente la sola gamba destra, oppure una locoregionale da praticare sotto il gluteo e con l'utilizzo di un elettrostimolatore per individuare il nervo.
Quale mi consigliate? Qual è meno dolorosa? Qual è meno rischiosa?
Propenderei per la locoregionale perchè più periferica e più duratura (mi ha detto 4 ore circa, contro le 2 ore della subaracnoidea), ma mi spaventa un pò l'elettrostimolazione; in cosa consiste realmente? E' dolorosa? Gli aghi sono grandi? Sono necessarie molte iniezioni e molte scosse per individuare il nervo?
In attesa di un vostro parere e chiarimento, ringrazio dell'attenzione.
Cordialmente
Sonia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, cercherò di essere il più esauriente possibile nel rispondere alle sue molte domande.
Premetto che tutti gli atti medici e quindi anche l'anestesia (qualunque sia il tipo), non sono mai esenti dalla possibilità di complicanze, anche se il fatto di essere eseguiti in ambiente qualificato e da mani esperte li rende sicuri.
I due tipi di anestesia di cui parla, sono entrambi eseguiti, come si suol dire , con manovre a cielo chiuso, ossia l'ago, in nessun caso di grosso calibro, viene introdotto sulla base di punti anatomici di riferimento (punti di repere). Sinceramente, in entrambi i tipi di anestesia, qualche volta può succedere che non sia sufficiente una sola puntura per individuare il punto esatto ove inoculare l'anestetico locale. Nella anestesia locoregionale, l'ENS, collegato con l'ago, serve appunto per individuare il nervo senza finirci sopra e danneggiarlo. Questo stumento manda degli impulsi elettrici che stimolano il nervo quando si è nelle sue vicinanze, provocando delle contrazioni involontarie, che qualcuno lamenta come più o meno fastidiose.
Nella subaracnoidea selettiva non si usa l'ENS, l'ago viene introdotto nello spazio tra due vertebre lombari fino appunto ad uno spazio detto subaracnoideo, ove si inietta l'anestetico.
La diversa durata delle due anestesie può avere una certa rilevanza, nel suo caso, non per l'intervento, ma per una analgesia postoperatoria, analgesia che può essere comunque ottenuta con dei farmaci adatti.
Detto ciò, se ha ben compreso quello che nel suo caso l'anestesista farebbe, è lei che deve decidere cosa le sembra migliore o più sopportabile. Se le hanno prospettato entrambe le metodiche vuol dire che non ha controindicazioni in nessun caso e le può fare entrambe.
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 687XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott.ssa,
la ringrazio infinitamente per l'esauriente risposta.
Le chiedo solo un'ultima piccola precisazione: prima dell'inserimento dell'ago per l'elettrostimolazione sarò sedata? Più che del fastidio delle contrazioni sono un pò preoccupata del dolore della puntura...
Grazie ancora e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le consiglio di esporre questo suo timore al mio collega anestesista in modo che possa darle il massimo confort possibile, altrimenti, l'uso di una importante sedazione come lei richiede non sempre viene usata e non da tutti.
Stia tranquilla ed in bocca al lupo.