Utente 268XXX
Gent.li Medici,
avrei bisogno di un vostro parere.
Premetto che ho 31 anni, sono fortemente sovrappeso (circa 40 kg) e in passato ho sofferto di attacchi di panico; adesso tendo a volte ad avere un po' d'ansia, specialmente quando esagero con la caffeina.
Mi è successo questo: stamattina presto (alle 5 circa) mi sono svegliata di colpo con il cuore che batteva veloce, appena mi sono messa a sedere ho avuto una o due extrasistole, e poi il battito è tornato a poco a poco normale. Dopo che mi sono rimessa a dormire, la cosa si è ripetuta altre due volte. La terza volta ho notato che, dopo che la "crisi" è passata, (pochi secondi) i battiti del cuore erano molto deboli, quasi impercettibili. Tutt'ora mi sembra che siano difficilmente rilevabili, anche appoggiando la mano sul polso o sul collo. Mi era capitato anche in passato qualche episodio di risveglio improvviso con tachicardia, dovuto all'ansia, però stavolta ho notato delle differenze: innanzitutto, ho notato che in questi giorni mi succede, soprattutto dopo che sto seduta per un po', di sentire le gambe pesanti, gonfie; quando le sgranchisco sento qualche leggero formicolio, e ci vuole un po' perchè riprendano appieno la sensibilità. Poi, sempre in questi giorni, mi è successo di sentirmi un po' in debito d'aria: mi è capitato un pomeriggio mentre riposavo e a volte durante il giorno, come se per un attimo mi mancasse il respiro. Poi, il fatto di avere un battito così debole, tanto da non riuscire a sentirlo appoggiando le dita sul collo o sul polso, non mi era mai successo.
Dal momento che in questi ultimi giorni ho avuto alcuni sintomi che non mi sono mai comparsi prima (gambe pesanti, mancanza di respiro) e che non mi è mai capitato di avere il battito così debole dopo un risveglio con tachicardia, e dato anche il mio forte sovrappeso, sono un po' preoccupata: non riesco a capire se si tratta comunque di ansia, e magari le gambe pesanti e il respiro corto sono sintomi a sè, e magari il battito debole può accadere in seguito ad ansia. O se può avere a che fare con il cuore, e tutti questi sintomi sono collegabili tra loro...
Io stamattina ho assunto una mezza aspirina perchè ero un po' spaventata, paradossalmente mi tranquillizzerei se sapessi che si tratta solo di ansia.
Concludo dicendo che poco più di un anno fa avevo fatto un elettrocardiogramma a riposo perchè soffrivo di vertigini, e tutto era risultato a posto; inoltre, ieri sera ho mangiato un po' pesante e ho bevuto sia the che caffè (se può aiutare a capirne di più)
Vi prego di rispondermi il prima possibile, grazie davvero.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Cara amica di Como, credo di poterla proprio tranquillizzare: non vedo che ciò che descrive sia da riferire a qualche patologia cardiaca. Il peso, ma sopratutto l'ansia possono giustificare tutto. Bisognerà che si occupi di questi problemi, sopratutto di quello del sistema nervoso. Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2014
La ringrazio molto per la risposta, rapida ed esauriente.
Per quanto riguarda l'ansia, ormai ci convivo senza grossi problemi: non mi vengono più veri e propri attacchi di panico, e quando mi capita di essere un po' ansiosa riesco a rilassarmi e tranquillizzarmi abbastanza facilmente. Mi preoccupo solo quando vedo spuntare qualche nuovo sintomo che non so se possa essere collegabile o meno all'ansia, come in questo caso.
Per quanto riguarda il peso, sto provando a dimagrire da parecchi anni, spero veramente che questo possa essere l'anno giusto; io ce la metterò tutta, anche se il mio problema è la fame emotiva, che trovo molto difficile da combattere. La ringrazio ancora, cordiali saluti.