Utente 144XXX
gentili dottori

sono a chiedervi un parere. Ho avuto una frattura spiroide del 4 metacarpo con presenza di schegge che è stata risolta con filo di k. purtroppo inserito a cielo aperto (data la presenza di schegge che non hanno consentito il cielo chiuso). ci sono voluti 2 mesi e mezzo per calcificare il tutto.
Ora il risultato è che non riesco a chiudere il pugno e il iv dito ha l'ultima falange che non tocca neppure il palmo. il fisioterapista dice che sono aderenze e che se con ultrasuoni e scollamento tra dieci sedute non risolvo è da rioperare. anche perchè comincio a sentire meno sensibilità alle punte di anulare e mignolo.

cosa mi dite? un'altra operazione? in che consisterebbe proprio praticamente e con quali risultati?

Ci sono dei rischi di perdere le dita a lasciare la mano cosi rigida?

Non so come ringraziarvi, brancolo nel buio e sono preoccupata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' abbastanza normale che una frattura complessa del metacarpo e la lunga immobilizzazione possano provocare una rigidità della mano. Non è sicuramente il fisioterapista a dovere/potere esprimere giudizi medici. E' ovvio che se il dito è rigido la falange non tocca il palmo, altrimenti non sarebbe rigido. E' possibile che occorra una terapia piu' lunga e piu' specifica e che non bastino 10 sedute. Al termine del ciclo di terapie consulti un ortopedico, meglio se con cmpetenze specifiche in chirurgia della mano: è raro che si debba eseguire un nuovo intervento, ma è impossibile stabilirlo senza averLa visitata. La minor sensibilità al 4° e 5° può essere un problema diverso, legato a un interessamento del nervo ulnare che può soffrire lungo il suo percorso, in genere o al collo o al gomito o al polso. L'Ortopedico saprà chiarire anche questo aspetto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio infinitamente dr Donati. Provvederò a successiva visita ortopedica e proporrò di insistere con la fisio. Il fatto è che secondo il fisioterapista il rischio è di provocare un allungamento/sfilacciamento dei tendini delle dita e nessun risultato sul dorso che cmq resta rigido essendo interessato da aderenze importanti.

In ogni caso la ringrazio.