Utente 144XXX
egr.dott.mio marito di anni 63,in seguito ad un ecocardiogramma ha riscontrato di avere una dilatazione delramo di aorta ascendente di cm.4.7 ed una lieve insufficienza della valvola aortica di natura congenita.Premesso che non è iperteso,il cardiologo gli ha solo consigliato di effettuare nuovo controllo fra tre mesi,senza indagare ulteriormente con accertamenti più specifici.Io, ritengo opportuno rivolgerci ad un cardiochirurgo.Essendo di Caserta,le chiedo,cortesemente di indicarmi un centro qualificato in merito a noi più vicino.La ringrazio per la cortese attenzione che vorrà dedicarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'indicazione di svolgere un controllo ecocardiografico a breve, è giusta e segue la logica di valutare a distanza l'evoluzione o meno della patologia. L'importante in tali casi è il mentenimento di una adeguata pressione arteriosa, mentre nel caso lei volesse avere comunque il parere di un cardiochirurgo, sarebbe il caso che suo marito si sottoponesse ad una AngioTac dell'aorta, in maniera tale da rendere il più chiaro possibile il quadro clinico al collega. In Campania può rivolgersi alle Cardiochirurgie di Napoli (Monaldi), Caserta (Osp.civile), Salerno (Ruggi d'Aragona), Mercogliano e Maddaloni ad es.
Saluti