Utente 962XXX
Carissimi dottori,
Vi disturbo per un problema che mi porto dietro da un po' di tempo, al quale vorrei dare una risposta. Dopo l'infarto avuto nel febbraio 2007, con successiva angioplastica, da qualche mese mi succede che quando alla sera mi corico, nonostante abbia sonno e sia stanca, stando sul fianco per addormentarmi, sento che il io cuore comincia a battere più velocemente e provo un certo fastidio al centro del petto. Mi sono anche misurata la pressione, che però era normale con 77 battiti cardiaci. Sinceramente mi sono un po' impaurita,perchè questi episodi si ripetono abbastanza spesso. Ho detto questo al mio cardiologo durante una visita di controllo a metà dicembre e lui mi ha rassicurata dicendo che tutto è a posto. Forse io sarò anche un po' ansiosa,visto che l'infarto che ho avuto è stato asintomatico e mi è stato scoperto dall'elettrocardiogramma che mi hanno fatto al centro diabetico che mi segue e dopo circa 15/20 giorni dall'evento. Secondo voi sarebbe opportuno fare un holter cardiaco per stare più tranquilla? Grazie della vostra pazienza e spero di essermi spiegata, ma non conosco la terminologia per dire quello che provo. Grazie e scusate, ma sono proprio un cerotto ambulante!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
di certo l'ansia può favorire l'insorgenza delle sue extrasistoli, per cui sarebbe forse meglio eseguire un semplice Holter ECG che rischiare un perenne stato d'ambascia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 962XXX

Iscritto dal 2009
Come sempre le vostre risposte aiutano. Grazie. Ho preso l'appuntamento per mettere l'holter. Vi farò sapere. Grazie ancora