Utente 856XXX
Gentilissimi dottori,
da qualche mese (circa 4) soffro di una "sospetta psoriasi" (così è scritto sulla diagnosi) alle mani, diagnosticatami dal dermatologo dal quale mi sto recando regolarmente (ogni 1/2 mesi). Avevo inizialmente una lesione sul palmo di circa un cm di diametro che lasciata per un po' al suo destino ha sviluppato dei veri e propri tagli. In seguito ne è comparsa un'altra su di un pollice e altre due molto piccole in altri punti dei palmi.
Le sto trattando con Clobesol unguento (inizialmente applicato a giorni alterni) che ha funzionato abbastanza bene, facendo sparire la lesione e lasciando al suo posto la pelle molto lievemente arrossata. Attualmente applico il Clobesol solo un giorno alla settimana e sempre su consiglio del dermatologo metto una crema idratante ogni 3/4 ore.
Vorrei porvi alcune domande:

1) Il Clobesol può portare a gravi effetti collaterali? Non sono un grande "fan" dei farmaci... Lo stesso dermatologo mi ha detto di limitarne il più possibile l'applicazione compatibilmente con lo stato delle lesioni, mentre mi ha detto di abbondare con la crema idratante perché questa dovrebbe scongiurarne la ricomparsa.

2) E' la prima volta che soffro di psoriasi: da questo momento devo aspettarmi di non liberarmene più?

3) Il medico ha parlato di una possibile causa legata allo "stress". E' possibile trovare la reale causa di questo problema o mi faccio illusioni?

Grazie per l'attenzione che vorrete concedermi!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
la psoriasi è una malattia genetica dalla quale non si guarisce mai, la si può semmai tenere sotto controllo, fino ad avere presochè nulla.
Lo stress fa scatenare la psoriasi solo se il paziente è psoriasico, sennò non fa niente.
Il clobesol è uno steroide molto potente che va usato con molto senno per evitare gli effetti collaterali cghhe possono essere anche peggiori dei motivi che hanno spinto al suo uso.
Cari saluti

Mocci