Utente 645XXX
Buon pomeriggio,
sono reduce da un intervento di sostituzione del mio defibrillatore bipolare (ICD) causa esaurimento della batteria. So' che in questo tipo di intervento il nemico postoperatorio piu' timibile è l'infezione. Desidererei sapere dopo quanti giorni dall'intervento un paziente puo' ritenersi salvo da questa complicanza?
Grazie et saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'eventuale infezione della tasca si rende evidente già dopo pochi giorni dall'impianto, con dolore, gonfiore ed arrossamento dei margini della ferita chirurgica. Questi sintomi, se non interviene un opportuno trattamento, peggiorano rapidamente.
Le segnalo comunque che questa eventualità ha una percentuale di incidenza piuttosto bassa.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 645XXX

Iscritto dal 2008
Grazie chiarissimo dottore, ci deve essere anche un innalzamento della temperatura corporea (febbre) oppure è indifferente ai fini di una diagnosi d'infezione?
Nuovamente grazie,
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se la febbre è isolata, cioè non si associa alla sintomatologia che le ho descritto, è estremamente improbabile che si tratti di infezione della tasca: al massimo la febbre può precedere di qualche ora l'esordio dei sintomi locali.
Il mio consiglio è quindi di tenere d'occhio la ferita secondo le istruzioni che avrà senz'altro ricevuto all'atto della dimissione dal Centro di elettrostimolazione, cui deve ovviamente far riferimento in caso di fondati dubbi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 645XXX

Iscritto dal 2008
Ancora grazie dottore è stato chiarissimo.
Distinti saluti.