Utente 522XXX
Vorrei un consiglio per ragazzo 30enne che da diversi anni presenta linfonodi sottomandibolari leggermente ingrossati, un pò di più negli ultimi tempi. Unici problemi finora alcune allergie (agli acari eliminata con vaccino) anche (lievi)ad alcuni alimentima soprattutto la frequente insorgenza di forti emicranie notturne che sospetto siano collegate in qualche modo ai linfonodi perchè mi pare che abbiano lo stesso andamento.
Abbiamo provato a fare degli esami a più riprese senza mai centrare nulla ed il Curante mi sembra si sia ormai arreso.
L'ultima tornata di esami ha evidenziato monotest neg.; Citomegalovirus IgG + (6,5) IgM neg (-di8),emocromo normale, VES 2; pcr 3,3. Normale tac del cranio, l'etg collo: "presenti plurime linfoadenomegalie di aspetto reattivo in sede laterocervicale e sottomandibolare bilaterale, tiroide simmetrica di volume a ecostruttura regolare, priva di lesioni solide o liquide." La panoramica delle arcate e la visita odontoiatrica hanno dato esito negativo.
Che altro è possibile fare o a chi potersi rivolgere per non doverci un giorno pentire di non avere indagato meglio prima ?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gil Patrick Vismara
20% attività
0% attualità
0% socialità
BERGAMO (BG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
a questo punto le consiglio di rivolgersi ad un reparto di chirurgia maxillofacciale per eseguire una biopsia linfonodale per eliminare qualsiasi dubbio e poter essere più sereno. è una procedura poco invasiva che le darà la possibilità di giungere ad una diagnosi certa.
distinti saluti