Utente 136XXX
Buongiorno sono una ragazza di 24 anni, volevo un consulto cu ciò che mi è acaduto ieri sera.. Allora premetto che soffro di crisi di panico, quando mi vengono mi sembra di svenire, in più ho avuto molte vertigini soggettive tanto da farmi ricoverare in ospedale, esito tutto negativo (compresa rmn)tranne per una piccola ernia cervicale in c4-c5 e inversione della fisiologica lordosi. Visita psichiatrica mi prescrive mezza pastiglia di rizen 3 volte al dì e 5 gocce di citalopram, i giramenti passano dopo 10 gg. Esami del sangue a posto tranne un aumento della birilubina, normale perchè ero a stomaco vuoto da due settimane e soffro come mia mamma della sindrome di gilbert. Sono affetta da iperandrogenismo surrenalico verosimilmente idiopatico, iperandrogenismoperiferico e iperaprolattinemia funzionale, il tutto curato con una compressa di spirolang diuretico al dì. Ho fatto ecg tutto nella norma, e ho fatto anche il monitoraggio pressorio delle 24 h perchè quando mi capitavano quei momenti di "agitazione" la minima era un pò alta (tra gli 80 e i 9o), il risultato: valori pressori sisto-diastolici diurni normali, Tendenza all'ipotensione arteriosa nelle ore notturne. Cmq tornando a noi ieri dopo due ore fuori al freddo sono entrata in questo posto molto caldo, avevo appena fumato una sigaretta, mi siedo al tavolo e inizio a sentirmi poco bene, già stavo pensando alla paura di morire, gambe molli, giramenti, respiro corto, poi ad un tratto oltre alla sensazione di svenimento mi parte un bruciore simil fuoco dentro al petto e sulle mani. Mi agito ancora di più perchè quella cosa non l'ho mai provata. Mi alzo prendo la pastiglia di rizen che non avevo ancora preso (nell'ultimo periodo mi sono dimenticata di prendere parecchie pastiglie perchè mi sentivo meglio), corro in bagno mi bagno i polsi e tutto scompare nel giro di secondi/un minuto max. Ho preso tanta paura perchè un bruciore cosi non l'ho mai provato. Mi dimenticavo di dirvi che ho passato tre gg d'inferno a casa perchè ho discusso con un parente, anche se non so se la cosa possa aver influenzato. quando poi sono tornata a casa, subito dopo perchè in quel posto non riuscivo più a stare, mi sono misurata la pressione e avevo 121/87. Ringrazio anticipatamernte per la vostra cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Perchè non butta via per sempre le sigarette, cara amica di Venezia? Lei ha già qualche problemino, non se ne cerchi altri. Non sembra che il cuore si aggiunga agli altri problemini. Un consiglio? Si curi a fondo la sua ansia, che è poi responsabile dlle crisi di panico. Cordiali saluti.