Utente 144XXX
Gentili Dottori,
sono una donna di 33 anni e vi scrivo per un problema iniziato un anno e mezzo fa.
Verso l'inizio dell'estate 2008 ho iniziato a sentire una leggera sensazione di secchezza in bocca. Poi la cosa si è intensificata dopo l'estate (in agosto sono stata in Africa e ho assunto bassado, ma prima del bassado già avevo questa sensazione di secchezza.)
In autunno sono andata da tre otorinolaringoiatra, che non hanno trovato niente di anomalo e non mi hanno prescritto nessuna analisi.
Il medico curante mi ha prescritto l'ecografia delle ghiandole salivari, che è risultata nella norma.
Intanto oltre alla secchezza (non era tanto forte da non poter mangiare o simili, anzi durante i pasti stavo benissimo), spesso sentivo sapori strani in bocca (non mentre mangiavo, i sapori dei cibi erano ok), amari, acidi, metallici... Nel frattempo sono andata dalla ginecologa perché io e mio marito vorremmo un bambino e lei mi ha prescritto varie analisi del sangue in previsione di una gravidanza. Tutte nella norma.

Ho fatto anche le ANA e ENA:negativa la ricerca di tali anticorpi.
La cosa in tutto è durata per qualche mese, poi basta, verso marzo mi è passata e non ho avuto più nessun problema fino a due mesi fa.


Ora, da circa due mesi mi fa male il collo (tipo torcicollo) soprattutto quando mi sveglio, e da un mese ho una sensazione di corpo estraneo in gola.

Sono andata dal gastroenterologo, ho fatto alcune analisi del sangue (ves, prc, transglutaminasi, immunoglobulina a) tutto nella norma.
Ho fatto la gastroscopia: esame nella norma, cardias a tratti beante, sospetta gastrite antrale. Dal referto dell'esame istologico è risultato che ho l'helicobacter pylori e gastrite cronica follicolare e microerosiva.
Il gastroenterologo mi ha dato la terapia (due antibiotici, veclam e neoduplamox, più antra). Ieri l'ho iniziata e a distanza di un'ora dall'assunzione dei due antibiotici mi è venuto un fortissimo sapore amaro in bocca, che ancora sento oggi.

Scusate moltissimo la prolissità del messaggio ma ci tenevo a spiegare bene la mia situazione.
mi chiedo a cosa fosse legata la secchezza che provavo lo scorso anno, se magari era legata alla gastrite o all'hlicobacter scoperti ora, e anche questo corpo estraneo in gola che non va via.

Sono una persona molto ansiosa, mi preoccupo molto quando ho qualcosa che non ho mai avuto.

Vi ringrazio in anticipo e mi scuso di nuovo per aver scritto tanto.
Buona giornata a tutti



[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, non si preoccupi della "prolissità" dell'esposizione: è meglio spiegare con precisione le cose che ometterle.
Probabilmente questi disturbi scompariranno una volta terminata la terapia ed eradicato l'HP.Il "corpo estraneo" potrebbe essere dovuto alla presenza di un'infiammazione della faringe che tenderà a scomparire dopo la risoluzione della gastrite.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr. Pascucci,

la ringrazio della sua risposta e mi permetto di aggiornarla sullo stato delle cose.
Un paio di giorni fa sono stata da un medico internista che in base ai sintomi descritti (bocca secca, cattivi sapori, senso di corpo estraneo in gola) ha ipotizzato una possibile malattia di sjogren visto anche che: gli ho mostrato le analisi ANA/ENA che avevo fatto e lui ha visto che gli ANA sono "assenti 1:80", quindi sembra sia un valore border-line.
Inoltre sono andata dall'oculista ed ho fatto il test di schirmer (positivo, 5mm in 5 minuti) e but (00: 6.7 sec). Insomma ho anche gli occhi secchi.
Ora devo fare moltissime analisi del sangue.
Lei che ne dice?

Grazie di cuore e buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la SINDROME DI SJÖGREN è spesso caratterizzata da familiarità, e può provocare “secchezza” anche in altri distretti e tessuti come la pelle, naso, gola, vagina.
Spesso può manifestarsi un senso di stanchezza cronica e dolori alle articolazioni e ai muscoli.
Di solito colpisce le donne in periodo di menopausa ma anche giovani donne possono esserne affette: pertanto segua tutti gli accertamenti del caso, poichè una diagnosi ai primi stadi è importante per un controllo ottimale della sintomatologia, data la cronicità della malattia.

Per una diagnosi definitiva e certa,ed eventuale grading, cioè valutazione dello stato di avanzamento della malattia, è necessaria la biopsia delle ghiandole salivari minori, di solito prelevate dal labbro inferiore.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dott. Cataldo
mi scusi tantissimo ma vedo solo ora la sua risposta, non ne ho mai ricevuto notifica sulla mia e-mail, per cui non l'avevo mai vista.

Ad ogni modo la vorrei ringraziare.

ho fatto molti accertamenti in day hospital ed è uscito fuori poco,tra l'altro la biopsia delle ghiandole salivari che consigliava anche lei è risultata negativa.

Ora ho fatto anche la scintigrafia e sono in attesa del risultato.

Le rinnovo le mie scuse e i miei ringraziamenti.

Buona serata e grazie ancora!