Utente 330XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 30 e qualche giorno fa ho fatto una frenulectomia totale, dico totale perche mi è stato rimosso tutto il frenulo, ho un quesito da porvi perchè le risposte che mi sono state date fin'ora mi lasciano un pò perplesso, ho costatato di persona e poi confermato dal mio medico di famiglia che il pene durante la notte può raggiungere l'erezione anche per 10 volte, qui nasce il problema, essendo operato da pochi giorni ed avendo ancora i punti, tra l'altro tanti visto che la ferita sarà lunga circa 3cm, ogni volta che il pene si allunga io mi sveglio per il dolore fortissimo dei punti che tirano, quasi la pelle mi si strappasse e di conseguenza sono tre giorni che dormiro circa 2 ore per notte, l'unico rimedio che ho trovato è una volta svegliato metterlo sotto l'acqua fredda :-). Possibile che non esiste nessuna "terapia" per trattare questo stato momentaneo? Inoltre volevo chiedervi anche se capisco sia difficile dare una risposta senza vedere oggettivamente la situazione, con una ferita così lunga non c'è pericolo che la cicatrice diventi un problema?

Ringrazio in anticipo
Claudio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 33053,

un chirurgo che interviene ( sia per un semplice frenulo, sia per un trapianto di...) non può esimersi da parlare con il paziente, dandogli le opportune indicazioni postoperatorie e i consigli su come affrontare eventuali problemi che possono "disturbare" l'operato.
Si rivolga a lui e sicuramente avrà le opportune risposte
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 33053,

un chirurgo che interviene ( sia per un semplice frenulo, sia per un trapianto di...) non può esimersi da parlare con il paziente, dandogli le opportune indicazioni postoperatorie e i consigli su come affrontare eventuali problemi che possono "disturbare" l'operato.
Si rivolga a lui e sicuramente avrà le opportune risposte
cari saluti