Utente 338XXX
Buongiorno. Dal mese di settembre ho la bocca perennemente amara, un po' meno la mattina appena alzata, dopo aver fatto colazione la cosa si fa più evidente. All'inizio avevo anche un continuo dolore epigastrico (non eccessivo, ma costante) che a volte si irradiava nel retrosterno.Mi sono rivolta al medico e ho chiesto di fare la gastroscopia. L'esito è stato il seguente: lieve gastrite, area di cicatrizzazione da probabile ulcera gastro-duodenale.....per il resto, un po' di infiammazione e "basta". L'esito dell'esame istologico ha evidenziato metaplasia gastrica dell'epitelio superficiale sul pezzetto prelevato dalla cicatrice. Solo questo. Il gastroenterologo mi ha rassicurata e mi ha consigliato, per la mia tranquillità, un controllo tra un anno. Il medico di base non ha ritenuto di darmi nessuna cura. Il problema comunque non si è risolto. Solo da qualche giorno il dolore epigastrico è scomparso, ma l'amaro resta. Mi pare che anche l'alito sia amaro, ma a quanto pare (ho chiesto la conferma) non è "puzzolente". Purtroppo la mia componente ansiosa mi fa pensare sempre al peggio......pochi mesi fa, a causa di un cancro al pancreas, è deceduta una giovane amica e da allora penso sempre al peggio, questo credo centri parecchio anche sul mal di stomaco..... La settimana scorsa ho eseguito un'ecografia all'addome superiore che è risultata negativa per calcoli e qualsiasi altra cosa. Ora vorrei capire da cosa può dipendere questo disagio ed eventualmente cosa potrei fare. Dimenticavo di segnalare il mio perenne problema di stitichezza (purtroppo bevo pochissimo). Spero di essere stata chiara ed esaustiva e ringrazio fin d'ora per i consiglio che mi verrà dato.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, talvolta è il tipo di alimentazione a provocare tali disturbi. Abbiamo escluso un problema alla colecisti con l'ecografia. Potrebbe provare con fermenti lattici ( anche yogurt bianco) e naturalmente cercare di bere di più. La cena farla non troppo tardi e non prima di coricarsi. E' una notizia brutta, naturalmente, quella della sua amica e talvolta può sconvolgere a tal punto da iniziare a preoccuparsi troppo. Il consiglio è quello di vivere più serenamente, è inutile preoccuparsi quando non c'è un problema serio in atto: è come attendere un qualcosa che mai avverrà ma intanto non si è vissuti bene.Rimango a sua disposizione.